Indietro
×

Cosa dice di te il tuo taglio di capelli

I capelli. Una volta, era qualcosa di cui gli uomini non dovevano minimamente preoccuparsi, almeno fino a quando non iniziavano a cadere! Ma per fortuna non è più così! L’elemento più interessante sui capelli è che raccontano un sacco di cose sulla personalità di un uomo. Come ha detto una volta James Brown: “I capelli sono la prima cosa. La seconda sono i denti. Capelli e denti. Se un uomo ha queste due cose, ha tutto.”

Sono pronto a scommettere che di questi tempi gli uomini trascorrono in bagno lo stesso tempo delle loro compagne, cercando di mettersi a posto i capelli. Di solito fra gli uomini sono tre gli stili che vanno per la maggiore: capelli rasati, di media lunghezza e lunghi. Ogni stile presenta alcuni vantaggi, qualche svantaggio e determinate connotazioni quando si parla di libera espressione di sé.

Tanto per cominciare c’è “l’allegra brigata dei capelli lunghi e in libertà”, tipica degli uomini particolarmente rilassati e informali. È uno stile ben rappresentato da personaggi del calibro di Russell Brand e Johnny Depp, le cui ciocche ribelli e fluenti riportano all’antico medioevo. Per loro i capelli lunghi sono il simbolo della ribellione, dell’anticonformismo, della virilità e di una vita sfavillante. Per questi uomini i capelli rappresentano un serio strumento, fondamentale nell’arte della seduzione, ma per la maggior parte dei comuni mortali, le cure richieste da queste acconciature finiscono per risultare troppo impegnative.


Appartieni forse alla schiera degli uomini che preferiscono una lunghezza media? Stiamo parlando di uomini dall’aria più affabile e raffinata, del calibro di Bradley Cooper e Jon Hamm di Mad Men. Il loro look pulito e i loro modi eleganti vanno di pari passo con capelli di media lunghezza perfettamente tenuti.


Queste acconciature permettono di sentirsi sempre a posto, sul lavoro ma anche in qualsiasi occasione ed evento della vita. Per quanto possa sembrare un approccio un tantino datato, alcuni stili come quelli copiati direttamente dagli anni ‘80 stanno tornando di gran moda, con tanto di gel e brillantina, per realizzare il classico look bagnato. Assolutamente perfetto per essere sempre a posto durante la settimana lavorativa e poi lasciare liberi i capelli (nel vero senso della parola) nel fine settimana!


Chi preferisce la testa rasata punta invece al look da ragazzaccio (uno per tutti: Brad Pitt inFight Club), che tende ad accentuare i lineamenti del viso e a mostrare il lato più virile.


Una testa rasata sembra voler dichiarare al mondo: “io punto al business”. Per alcuni uomini, questo look simboleggia un rigido conformismo, mentre per altri è uno sforzo calcolato volto a esprimere l’esatto opposto: il rifiuto della vanità legato ai capelli lunghi. Qualunque sia la ragione che spinge a portare i capelli cortissimi, una cosa è certa: è una coraggiosa dichiarazione di quello che siete e si addice solo ai più temerari, che non hanno più nulla da nascondere!


Allora,tu cosa scegli? Vuoi lasciar crescere i capelli? Preferisci un mix, con i capelli lunghi sopra e corti dietro e ai lati, oppure punti deciso verso una testa rapata? Che cosa dicono i capelli di te, e che importanza hanno? Faccelo sapere…