1
0

Carrello

Al momento non ci sono articoli nel carrello.

    • Puoi restituire il prodotto entro 21 giorni

    • Spedizione gratuita sopra i €35

    • 2 anni di garanzia

    A forma di mamma

    Come insegnare ai bambini ad amare i libri

    Molti bambini iniziano la scuola con già alle spalle molto tempo speso su dispositivi e schermi elettronici. Ma che dire di quello invece trascorso sui libri?

     

    Iniziare a leggere favole ai bambini fin da subito e dare loro in mano i libri già dai primi mesi di vita, li aiuta a stimolare la voglia di lettura. Possiamo dunque affermare che il tempo speso con i libri, per un bambino anche molto piccolo, favorisce lo sviluppo di qualità molto importanti per la sua crescita e il suo sviluppo sociale ed intellettivo, quali il linguaggio, la costruzione del vocabolario, le conversazioni e le attività sociali, solo per citarne alcune.
    I benefici essenziali che si ricavano dalla lettura, non possono essere ottenuti attraverso uno schermo.

    Giovane mamme sorridente che legge un libro ai suoi due bambini

    L’importanza del rituale della lettura

     

    Preparatevi un libro adatto ad ogni momento di crescita del vostro bimbo e godetevi una sana e rilassante lettura prima di addormentare il vostro futuro divoratore di libri.

     

    Leggere un libro al vostro bebè è un’attività che può veramente trasformarsi in un magico momento di felicità e benessere, sia per la mamma sia per il piccolo: dal momento che il bebè sente il suono rilassante e tranquillizzante della voce materna, si calma.

     

    Si può insegnare ad amare la lettura

     

    La condivisione di libri attraverso la lettura con i nostri figli costruisce legami profondi anche grazie alla possibilità di condividere le storie racchiuse nei libri stessi. Questo processo favorisce una linea di comunicazione sempre aperta e permette ai bambini di ritrovare nella lettura con mamma e papà un luogo sicuro per imparare i valori e la morale dalla propria famiglia.

     

    Tutti i bambini sono potenziali lettori e, più spesso di quanto si immagini, sentono il desiderio di leggere o sfogliare un libro illustrato. Per questo è importante che i genitori inizino a leggere le favole e le storie ai propri figli fin dalla nascita, come suggeriscono i pediatri. Ogni bambino ha i suoi gusti. E’ incredibile come ognuno scelga fin dalla più tenera età il suo stile e i suoi autori preferiti. Sarà un gran piacere per tutti i genitori scoprirlo piano piano.

     

    Il miglior modo di leggere al bambino

     

    La lettura ad alta voce ad un neonato è diversa da quella ad un bambino di tre, quattro o più anni. Con un bebè sarà complicato arrivare a leggere un libro intero perché, ovviamente, potrebbe stancarsi prima e decidere ad un certo punto di prendere il libro per farci altro, masticarlo o provare a voltare le pagine da solo. Ci sono tanti modi e situazioni per suggellare il momento della lettura con il vostro adorato piccolino:

     

    • Il momento della lettura insieme può essere il momento ideale per tenere il bimbo in braccio e coccolarlo mentre vi ascolta leggere.
    • Non preoccupatevi di leggere un libro dall’inizio alla fine. Se il bebè vuole fermarsi e giocare con il libro, va bene. E’ uno dei tanti modi per permettere ai bambini di prendere informazioni sul mondo che li circonda.
    • Un modo divertente di leggere è quello di evidenziare le immagini e nominarle. Avrete delle grandissime soddisfazioni quando vi indicherà gli animali che voi gli chiederete di trovare.
    • Appena vi accorgete che il vostro bambino mostra interesse per i libri, potrete aumentare la lunghezza e la complessità dei libri. Da circa un anno di età, alcuni bambini potranno divertirsi ad ascoltare un breve libro con una trama dall’inizio alla fine.

     

    Come scegliere libri per bambini

     

    I bambini cominciano ad interagire, provando interesse e curiosità per i libri già a 5/6 mesi, ossia da quando sono in grado di stare seduti e di tenere la testa dritta. I libri per i bambini dovrebbero essere facili da maneggiare e manipolare, poiché rappresentano anche un’esperienza tattile. Quelli in cartone, in stoffa, plastica o in legno sono molto popolari e piacciono molto ai bambini.

     

    Cosa fare se ad un bimbo non interessano i libri

     

    Ci sono anche tanti bambini che non sembrano interessarsi troppo ai libri e alla lettura. Non preoccupatevi se succede anche al vostro. E’ normale che un bebè abbia un’attenzione e una concentrazione per brevi periodi. Un po’ di lettura su base regolare è più importante ed efficace di una lettura per lunghi periodi di tempo.
    Ecco alcuni suggerimenti per favorire interesse e curiosità nei libri:

     

    • Recitate filastrocche e cantate canzoncine al posto di leggere un libro. La prima infanzia è un buon momento per iniziare con il canticchiare in rima, in quanto i suoni ritmici e rimati hanno un impatto rassicurante sui bebè al pari della lettura.
    • A circa 4 mesi il vostro bimbo è pronto per iniziare a conoscere il mondo dei libri, al pari di molti altri oggetti. In questa fase, i piccoli si interessano agli oggetti toccandoli e afferrandoli. Ecco perché esistono in commercio molti libri robusti che si prestano a tale utilizzo.
    • Quando leggete mostrategli le immagini dei libri. La maggior parte dei bambini sarà più interessata a guardare le foto che a sentire una storia .
    • Intorno al primo compleanno del vostro bambino, è bene stabilire una routine di lettura regolare. A questa età, molti bambini potranno divertirsi a guardare e riguardare un certo libro che è stato letto più e più volte. Prendere l’abitudine di leggere insieme è uno dei migliori modi per incoraggiare un amore eterno alla lettura.