1
A forma di mamma

I progressi di un bambino: le sue prime volte by universomamma.it

I progressi di un bimbo nel suo primo, incredibile anno di vita.
 

Il primo anno di vita di un bambino è costellato di prime volte, di piccole, grandi scoperte, progressi che i genitori seguono con attenzione. Non tutti i bambini seguono gli stessi ritmi nello sviluppo psicomotorio, quindi abbiate pazienza e incoraggiate il vostro piccolo nel raggiungere i suoi traguardi!
 

Nel primo mese, la capacità visiva del neonato migliora velocemente: nei primi giorni di vita il piccolo riesce a seguire una fonte luminosa, poi impara a fissare e mettere a fuoco un determinato oggetto e infine riesce a riconoscere l’ovale del volto.
 

Uno dei momenti più attesi dalle mamme è sicuramente il primo sorriso. Si tratta di un momento evolutivo molto importante che segnala sia un miglioramento della sua visione, sia l’intenzione di mettersi in comunicazione con gli altri. Solitamente il riflesso del sorriso compare al 2° mese, ma è solo al 3° che farà la sua vera prima comparsa il sorriso intenzionale.
 

Sempre a questo stadio il bebè diventa più forte e tonico, tanto da sollevare la testa senza farla traballare sostenendosi con le braccia quando è a pancia in giù.
 

La crescita del bimbo prosegue rapida e a 5 mesi sarà già capace di stare seduto da solo anche se con un piccolo aiuto e sostegno.

progressi bambino

Non stupitevi poi se il piccino ripete per tutto il giorno suoni come “ba” e “ma”,  prima di cominciare a parlare i bambini si allenano attraverso la lallazione. Per farlo occorre tempo ed esercizio, ma anche l’incoraggiamento di mamma e papà che devono stimolarlo parlandogli spesso.

 

Nel mese successivo il tenero bebè sarà in grado di stare seduto da solo sul seggiolone ed è questo il momento giusto per la sua prima pappa. Il consiglio degli esperti è quello di partire con lo svezzamento in modo graduale, senza forzare le tappe, cercando di stimolare la curiosità dei piccini.
 

Verso i 7 mesi il tenero frugoletto impara a gattonare e scivola ovunque alla ricerca di giochi e di cose da afferrare.
 

Ad un certo punto, noterete una salivazione abbondante e la tendenza del piccino a mettere in bocca tutto ciò che gli capita: vuol dire che sta per spuntare il primo dentino e, sarete, nella maggior parte dei casi, tra il sesto e l’ottavo mese. Si tratta degli incisivi centrali inferiori che talvolta vengono accompagnati da irritabilità e disturbi del sonno.
 

Verso i dieci mesi il piccino impara a puntare le gambe per stare in piedi e ci riesce molto bene, se sostenuto dalle braccia dei genitori.
 

Nel frattempo il bambino continua a fare progressi nel linguaggio e, a dodici mesi, dovreste udire le tanto sospirate parole: “mamma” e “papà”. A questa età, infatti, i bambini tentano di imitare i discorsi e rispondere alle domande degli adulti. Per aiutarli a sviluppare le loro capacità linguistiche provate ad usare il “maternese” (quel linguaggio speciale che solo mamma e bimbo capiscono nella loro complicità), ma soprattutto continuate a incoraggiare i bambini ad esprimersi.
 

Il compimento del primo anno di vita segna infine un altro importante traguardo nella vita dei bambini: è l’età in cui il bimbo rimane in piedi da solo e comincia a muovere i primi passi. Attenzione ai pericoli in casa: chiudete a chiave i mobili contenenti cose che potrebbero rompersi e spostate in alto detersivi e sostante pericolose.
 

Nel primo anno di vita i progressi di un bambino sono innumerevoli e rimarrete meravigliati da quanto questi piccoli imparino in fretta.
 

A cura di www.universomamma.it

Entra a far parte del Club My Baby & Me