1
A forma di mamma

Anche i papà possono accudire un neonato

Non solo i papà possono accudire un neonato, ma secondo l’AAP (American Academy of Pediatrics ) dovrebbero proprio instaurare un rapporto intimo e profondo con i loro figli, tanto quanto fanno le mamme, perché il coinvolgimento dei papà aiuta i bambini a crescere meglio.

 

In questo post ci rivolgiamo direttamente ai papà, le mamme possono andare a fare un sonnellino o una passeggiata. Diventare papà sarà probabilmente uno dei più grandi eventi della vostra vita. Non vi preoccupate, avrete un grande impatto sulla vita del vostri bambini fin dalla nascita. Tanto grande che l’AAP supporta il congedo parentale retribuito anche per i padri.

Anche i papà possono accudire un neonato

I padri coinvolti nella vita dei loro figli premiano la salute dei propri figli e ci sono prove sempre più consolidate che affermano l’importanza del ruolo di complementarietà paterna.

Ma i papà sono ancora spesso prigionieri della cultura e degli ostacoli sul posto di lavoro basati su vecchi stereotipi, per cui spesso non possono andare in congedo di paternità.

 

Il ruolo dell’AAP si focalizza sull’incoraggiare i pediatri ad avviare colloqui con uomini e stimolare il loro coinvolgimento, a partire dalla nascita. Il papà ha davvero un impatto notevole sulla salute dei figli, in particolare sotto diversi aspetti come il rendimento scolastico, la socialità e il comportamento corretto all’interno della società in cui vivono. A dirlo è il Dr. Michael Yogman, Presidente dell’AAP che ha portato alla luce una ricerca con risultati molto interessanti soprattutto riguardo il ritratto di paternità in un periodo di rapidi cambiamenti sociali. La recessione del 2008 ha portato gli uomini a stare più a casa con i loro figli e questo ha comportato un cambiamento culturale. L’AAP definisce ‘padre’ il maschio o i maschi più coinvolti nella cura del bambino, indipendentemente dalla situazione di vita o relazione biologica. In alcune famiglie, questo ruolo viene ricoperto da un nonno, padre adottivo, padre di non residenti o altro maschio che si è impegnato per il benessere del bambino.

 

I papà stimolano i figli

 

Un padre tende ad essere più stimolante e vigoroso. Il papà può sfidare i bambini a esplorare, mentre le interazioni con le mamme forniscono più sicurezza, calma ed equilibrio.
I papà hanno maggiori probabilità di introdurre nuove parole quando si parla con un bambino neonato e questo può accelerare lo sviluppo del linguaggio. La comunicazione del bambino all’età di 3 anni con il papà può determinare il successivo sviluppo del linguaggio.
Gli adolescenti coinvolti e seguiti dai padri sono meno propensi a cadere in un comportamento ad alto rischio e hanno meno probabilità di soffrire di depressione. Le ragazze che hanno avuto un buon
rapporto con il papà fin dalla prima infanzia hanno un rischio minore di pubertà precoce e di gravidanze. Il Dr. Craig Garfield, co-autore del report, sostiene che sebbene siano ancora pochi i posti di lavoro che offrono alla famiglia un congedo per lasciare ai padri del tempo da trascorrere con i loro figli, incoraggiare i neo-papà ad essere coinvolti fin dall’inizio con i loro figli può fare una grande differenza a livello di crescita e sviluppo dei figli.

 

Consigli per essere un neo papà

 

Nel libro di Scott Kelby dal titolo divertente “Il libro per ragazzi che non vogliono figli” si trovano alcuni utili consigli su come affrontare al meglio la paternità, come superare le paure e diventare un grande papà. Ma quali sono questi suggerimenti? Ecco quelli che ci hanno colpito di più:

 

  1. Non preoccuparti di essere un padre fantastico. Essere un buon padre inizia con l’essere un buon marito. Si inizia con l’essere coinvolti nell’intero processo prenatale; quindi se volete veramente essere un buon padre, assicuratevi di essere un buon compagno perché i bravi mariti diventano bravi papà. Se c’è una cosa di cui il vostro bambino ha bisogno, è una casa amorevole. Lavorare per rendere il vostro nido e matrimonio solido.

  2. Cercate di vivere la vostra vita in modo normale come prima dell’arrivo del bambino, appena possibile. È un bambino, non nitroglicerina. Dopo un paio di settimane, uscire e iniziare a riprendere la vostra routine, vi farà bene. Ricordate che i bambini sono piccoli e si trasportano facilmente.

  3. Concedete alla mamma del tempo per se stessa. Ha bisogno di momenti per una piccola pausa ma essendo così coinvolta nell’essere una mamma, probabilmente non si fermerà di sua spontanea volontà, quindi cari papà convincetela di tanto in tanto a staccare per dedicarsi alla cura di sé. Potrete accudire voi il bebè mentre la mamma fa un sonnellino, o va a trovare la sua amica, o guarda un film o legge un libro. Dovete lasciarle il tempo di fare queste cose. Ne ha bisogno, più di quanto lei possa immaginare, così voi avrete più tempo da passare con il vostro bambino.

  4. Alzatevi con la mamma per le poppate notturne. E’ sempre tempo speso bene perché permette di osservare da vicino ed essere partecipe al momento dell’allattamento e di vedere il proprio cucciolo fare il ruttino. Sembra banale, ma queste poppate notturne sono davvero un momento di grande vicinanza e complicità con la propria compagna. Essere un ottimo padre ed essere lì con lei per tutte le poppate. Eh, avere un bambino è meraviglioso. Non facile. Ma vedrete che vi ricorderete anche le poppate notturne con nostalgia.

  5. Siate affettuosi con il vostro bambino, soprattutto man mano che cresce. I bambini hanno bisogno di amore, ma non capiscono la parola ‘amore’. Hanno bisogno di fatti, di dimostrazioni. Quindi un abbraccio vale più di mille parole.

  6. Trattate il vostro bambino nel modo in cui avreste voluto essere trattati voi quando eravate piccoli. Scavate nei ricordi del passato e rivedete come vostro padre vi ha mostrato o non mostrato il suo amore. Come vi ha educati, incoraggiati, criticati e modellati. Se avete avuto un padre fantastico, ora è la vostra occasione di esserlo voi stessi con vostro figlio. Se non avete avuto un buon papà, questa è la vostra occasione d’oro per compensare ogni ingiustizia paterna e di essere voi un ottimo papà per il vostro bambino.

  7. Non trattate mai male il vostro bambino. Mai. Lo stesso vale per vostra moglie o compagna. Non c’è mai, mai un motivo per picchiare una donna o un bambino. È una vergogna e una vigliaccheria senza uguali. È impossibile essere un buon padre, se si fa del male, anche solo una volta, al proprio bambino o alla sua mamma. Vi disonora, e squalifica tutta la vostra vita e tutto ciò per cui avete lavorato duramente. C’è anche un altro tipo di violenza riprovevole ed è quella verbale,: è crudele parlare male al vostro bambino. Mai chiamarlo stupido, idiota o qualsiasi nome che lo faccia sentire inadeguato.

  8. I consigli per crescere i figli si trovano ovunque, ed è tutto il contrario di tutto, quindi state molto attenti alla guida che scegliete di seguire. Purtroppo, non esiste nessuna guida ufficiale, nessuna autorità assoluta sull’educazione di bambini, ci sono letteralmente centinaia di libri su come essere un buon genitore. Un libro dice che se i bambino piange, bisogna lasciarlo piangere. Un altro libro dice che bisogna prenderlo in braccio e dondolarlo. Un terzo libro dice di prenderlo una volta, quindi lasciarlo piangere. Un quarto dice che … Beh, vi siete fatti un’idea! Così come fai a sapere se vi state comportando nel modo giusto? Non potete saperlo. Quindi dovete fare qualche ricerca e decidere. Parlare con altri papà, leggere libri, riviste e articoli online e poi decidete quale strada seguire.

  9. Divertitevi. Tutto passa troppo velocemente. Il tempo con i vostri bambini vola, quindi, davvero godeteveli! Prendersi del tempo per stare con loro è una benedizione. Più tempo passerete con loro e più ricca sarà la vostra vita.

  10. Imparare a capire quello che i bambini vogliono di più da voi. A loro non importa che tipo di lavoro fate, o quanti premi o riconoscimenti avrete raggiunto nel vostro settore o che tipo di laurea avete. Quello che vogliono di più è il vostro tempo. Vogliono stare con voi. Vogliono la vostra attenzione, il vostro parere, vogliono solo stare con voi papà il più a lungo possibile.

Entra a far parte del Club My Baby & Me