1
0

Carrello

Al momento non ci sono articoli nel carrello.

    • Puoi restituire il prodotto entro 45 giorni

    • Spedizione gratuita su tutti gli ordini

    • 2 anni di garanzia

    Article

    Una guida rapida alla conservazione e alla somministrazione del latte materno


    Scaldabiberon e sterilizzatore

    Qual è la durata di conservazione del latte materno? E quali fattori devono essere tenuti a mente quando lo si riscalda? Abbiamo creato questa guida sulla conservazione e la somministrazione del latte materno per aiutarti a preparare e offrire poppate sempre salutari e ricche di nutrienti.

    Qual è la durata del latte materno?

     

    Per prima cosa, diamo uno sguardo ai diversi aspetti della conservazione del latte materno.

     

    Il latte materno ha una durata piuttosto lunga se viene conservato in un contenitore a chiusura ermetica sterilizzato e refrigerato a una temperatura costante. La sua durata dipenderà da dove lo conservi. Ecco una breve panoramica:

     

    • In frigo - fino a 5 giorni a una temperatura di 4 °C o inferiore
    • Nel congelatore (scomparto nel frigorifero) - fino a 2 settimane
    • Nel congelatore (scomparto separato) - fino a 6 mesi
    • A temperatura ambente – fino a 4 ore
     

    Se ti sembra che le cose da ricordare siano molte, non preoccuparti! Il modo migliore per evitare confusione è applicare sui contenitori un'etichetta con la data di scadenza e utilizzare per primo il latte con i tempi di scadenza più brevi.

     

    A volte potresti avere bisogno di trasportare il latte, per cui assicurati di utilizzare borse termiche in queste occasioni.

     

    Potresti anche chiederti se è possibile lasciare riposare il latte prima di metterlo nel frigorifero o nel congelatore. Purtroppo no. Per essere conservato correttamente, il latte materno deve essere mantenuto a una temperatura costante, quindi se hai intenzione di refrigerarlo o congelarlo devi provvedere il prima possibile.

     

    Qual è la temperatura ideale per servire il latte materno?

    Vediamo ora come riscaldare il latte materno.

     

    Il latte materno va riscaldato a una temperatura compresa tra quella corporea e quella ambiente, anche se ad alcuni bambini non dispiace il latte leggermente freddo.

     

    Il modo più semplice e sicuro per scaldare il latte è mediante uno scaldabiberon. I forni a microonde non sono consigliati perché spesso creano punti di calore non uniformi che possono scottare la bocca del tuo bambino; uno scaldabiberon, invece, ti consente di scongelare lentamente il latte e/o di scaldarlo in modo uniforme preservandone la qualità.

     

    È possibile scongelare il latte in uno scaldabiberon (anche in questo caso la qualità del latte viene preservata), nel frigorifero, sotto l'acqua corrente o in un recipiente con acqua calda. Una volta scongelato il latte, non ricongelarlo.

     

    Se non hai a disposizione uno scaldabiberon[Office2], puoi riscaldare il latte in un recipiente con acqua calda prima di servirlo. Assicurati di controllare la temperatura del biberon sulla tua pelle prima di somministrare il latte al tuo bambino.

     

    Buon allattamento al biberon!

     

    Vuoi saperne di più sui nostri scaldabiberon e sterilizzatori? Fai clic qui per scoprire la linea completa.

    Scopri di più

    Maternità. Non c'è un libretto di istruzioni, ma un team che ti supporta

    Vuoi un consiglio gratuito personalizzato e degli sconti direttamente nella tua casella di posta?
    Icona posta elettronica