1
A forma di mamma

La poppata fuori casa, come ti organizzi

In particolare dopo la nascita del primo figlio, l’organizzazione della giornata da neomamma sembra diventare un’impresa impossibile. Colte spesso alla sprovvista da novità e imprevisti, le nuove mamme si ritrovano nei primi mesi di vita del neonato a ripianificare le giornate in base alle sue sempre nuove esigenze, rinunciando ai programmi prestabiliti per… “vivere alla giornata”.

Se è saggio non farsi prendere da inutili stress o frustrazioni per i piani saltati, è comunque consigliabile riuscire a mantenere degli spazi per se stesse e soprattutto non rinunciare a uscire di casa col bambino, nella fuorviante convinzione che tra le mura domestiche sia più semplice affrontare una poppata, un cambio di pannolino o un rigurgito imprevisto.
Donna che allatta al seno il suo bimbo fuori casa

Anche nell’ottica della prevenzione della depressione post-partum (di cui, dati alla mano, nel primo trimestre soffrono dal 9 al 22% delle neomamme), l’abitudine di trascorrere qualche ora al giorno a contatto con il mondo e le persone esterne è di sicuro salutare, consentendo maggiori opportunità di socializzazione e confronto soprattutto con altre donne nella medesima situazione.

 

A frenare le neomamme dall’uscire di casa è spesso la necessità di dover allattare in ambienti estranei. Imbarazzate se la poppata avviene al seno, impacciate dalla preparazione precisa della formula di latte artificiale o allarmate dal fatto di non avere tutto il necessario a portata di mano per il cambio dopo il pasto, molte mamme non approfittano della comodità che questa fase dell’alimentazione del bambino offre loro. Il latte, che sia materno che sia in polvere, è un alimento pressoché sempre pronto, in ogni momento e in ogni luogo in cui viene richiesto. Con un minimo di preparazione e qualche accorgimento, gli impedimenti alla passeggiata quotidiana o alla gita del weekend in compagnia del bebè possono essere facilmente superati.

 

L’inseparabile borsa da mamma

 

Per un po’ di anni dopo la nascita dei loro bambini le neomamme dovranno abituarsi a girare armate di borse dalle dimensioni maggiorate. Le cosiddette “mommybag” contengono tutto il necessario per poter affrontare poppate, cambi di pannolino, rigurgiti ed emergenze lontano da casa. Un controllo del contenuto della borsa prima di ogni partenza, che sia per un’uscita di qualche ora che sia per più di un giorno, è d’obbligo. Ciò farà della mommybag un’insostituibile alleata!

 

Gli attrezzi del mestiere: dalle coppette assorbilatte allo scaldabiberon

 

L’allattamento al seno comporta che talvolta le mammelle siano piene di latte anche nei momenti in cui il piccolo non è attaccato. Per evitare di bagnare magliette e camicette, cosa che potrebbe creare qualche imbarazzo quando ci si trova in pubblico, è possibile ricorrere alle coppette assorbilatte, da inserire tra capezzolo e reggiseno, da buttare dopo la poppata e reinserire asciutte al bisogno. Se invece l’allattamento è artificiale, serve ovviamente portare con sé il biberon della giusta capacità, ma anche uno scaldabiberon elettrico oppure uno scaldabiberon termico (ideale se si pensa di assentarsi da casa per poche ore, per portare in pochi minuti acqua e latte alla giusta temperatura senza ricorrere a una presa elettrica). Molto pratico, è il dosatore di latte in polvere, che consente di preparare due/tre dosi già misurate, pronte da versare nel biberon. E per la sterilizzazione di bottiglia e tettarelle, quando si è ospiti in un’altra casa o presso una struttura di vacanza è pratico ricorrere alle buste per la sterilizzazione nel microonde.

 

Allattamento al seno: se a frenare è il pudore

 

Se per la maggior parte delle neomamme allattare al seno in luoghi pubblici non è un problema, per alcune può sorgere invece una sorta d’imbarazzo o un desiderio di tutelare l’intimità di un gesto considerato privato. In questo caso, è possibile ricercare in Rete i cosiddetti “baby-pit-stop” (per esempio mediante il sito babypitstoppers.com), spazi in cui è possibile allattare in tranquillità avendo a disposizione anche un appoggio per il cambio del pannolino: è sorprendente scoprire quante farmacie, negozi di puericultura e altri “insospettabili” strutture offrono questo servizio, di cui usufruire quando si è fuori o lontane da casa.
Altro accessorio che può aiutare a sentirsi meno impacciate, sono le magliette da allattamento, studiate per consentire alla mamma di attaccare al seno il piccolo senza scoprirsi troppo, grazie a strategiche aperture nel tessuto, dettaglio questo che aiuterà anche le più freddolose ad allattare all’aperto!

Entra a far parte del Club My Baby & Me