1
0

Carrello

Al momento non ci sono articoli nel carrello.

    • Puoi restituire il prodotto entro 21 giorni

    • Spedizione gratuita sopra i €35

    • 2 anni di garanzia

    A forma di mamma

    Come affrontare le feste con il pancione, consigli utili

    Le feste di Natale e Capodanno in gravidanza sono doppiamente emozionanti e vanno godute a pieno, anche se bisogna stare attente a non esagerare con i vizi. Non è assolutamente il caso di passare vacanze in clausura per via della gravidanza: un brindisi di buon augurio si può fare e un viaggetto all’insegna del relax non può che far bene a tutta la famiglia, ma qualche accorgimento bisogna averlo se non si vuole andare incontro a spiacevoli conseguenze.

     

    Ecco i consigli per affrontare il Natale col pancione in serenità:

    Mamma in gravidanza vicino ad un albero di Natale addobbato
    1. Cin Cin sì o no? Se su un bicchiere di spumante la notte di Natale si può chiudere un occhio, non sarebbe una buona idea alzare i calici ad ogni occasione festaiola (l’aperitivo dell’ufficio, la cena con le amiche storiche ecc.) di questo periodo. Un trucco è darsi il limite di mezzo bicchiere massimo due volte a settimana e il resto si fa cin cin con il succo di mela!

    2. Occhio al tramezzino. In questi giorni di festa capita di pasticciare un po’ durante i pasti e spesso ci si ritrova a destreggiarsi davanti a ricchi buffet con ogni genere di delicatezze. A volte però non è chiaro cosa ci si mette nel piatto e questo per una donna incinta può essere un problema. Bisogna sempre fare attenzione al contenuto dei tramezzini, soprattutto se la futura mamma non ha gli anticorpi della toxoplasmosi deve evitare prosciutto crudo, salame, bresaola. Mentre vanno bene prosciutto cotto, salmone e anche caviale, possibilmente senza troppe salse o intingoli.

    3. La giornata detox. In questo periodo può succedere di esagerare con il cibo durante una cena e di tornare a casa con un senso di peso sul pancione. Ricordiamo che all’inizio della gravidanza e verso la fine del terzo trimestre la digestione può diventare più difficile: dunque è meglio evitare grandi abbuffate e piatti pesanti, dolci compresi. La soluzione è bilanciare con una giornata detox, con una dieta a base di verdure di stagione, pesce al vapore, cereali integrali e frutta fresca.

    4. Panettone sì, ma con moderazione. Una fetta di panettone al termine di un pranzo elaborato può contribuire ad aumentare acidità di stomaco e bruciori, meglio consumarlo a colazione, accompagnato da una bella tazza di te verde.

    5. Pesce crudo è pericoloso? Come comportarsi davanti alla tartare di pesce crudo che stuzzica l’acquolina? Se si è certi della provenienza del pesce e sicuri che sia stato abbattuto a regola d’arte allora non c’è motivo di non mangiarla. Da evitare invece il consumo delle ostriche che possono contenere la Salmonella Campylobacter.

    6. Maratona regali. Girare per i negozi affollatissimi in cerca dei regali per amici e parenti può essere piuttosto stressante per una futura mamma, specialmente se al termine della gravidanza. Se dunque non ci si è organizzate con largo anticipo, la soluzione è fare acquisti on line, comodamente sedute sul divano, magari sorseggiando una tisana calda!

    7. Pisolini toccasana. Trovare il tempo per schiacciare un pisolino dentro le frenetiche giornate pre-natalizia è senza dubbio il metodo migliore per recuperare energia e arrivare raggianti alla vigilia.

    8. Bere tanta acqua. Bere tanto è un consiglio che vale sempre, ma nei periodi delle “grandi abbuffate” bisogna bere tantissimo, per idratare e svolgere un’azione detossinante dopo tanti strappi alla regola.

    9. Camminare. Durante le feste capita spesso di restare sedute per ore, passando dalla tavola al divano. Ecco perché è importante bilanciare con una moderata attività fisica, che riattivi la circolazione e ci aiuti a non accumulare quei chili di troppo che in gravidanza sono difficili da smaltire. Una camminata o una seduta di yoga, l’importante è tenersi in forma con il movimento che più è congeniale.

    10. Godetevi l’atmosfera! Ultimo e prezioso consiglio è quello di calarsi nella magia del Natale: fermarsi ad ammirare le luci, lasciarsi inebriare dal profumo delle candele alla cannella, addobbare l’albero di casa con tanta cura e cercare di vivere serenamente ogni istante di questa festa, perché così anche il bebè nella pancia potrà sentire il calore del suo primo Natale.