1
A forma di mamma

10 consigli per gestire bambini “schizzinosi” verso il cibo

Tra i 18 mesi e i due anni d’età la maggior parte dei bambini attraversa una fase di crescita in cui sono particolarmente schizzinosi nei confronti del cibo. Non c’è niente di cui preoccuparsi, è solo un momento passeggero, un modo per i bambini di mostrare la loro indipendenza o attirare l’attenzione.

 

Il modo di comportarsi di questi bambini nei confronti delle diverse pietanze varia di giorno in giorno, e conoscere come comportarsi in questi casi è cruciale per evitare di peggiorare le cose.

Bambino che mangia le verdure

Ecco dieci utili consigli:
 

  1. Stai tranquilla. Questa è la regola numero uno quando il tuo bambino fa i capricci mentre mangia, perché se intuisce che sei scontenta di come si comporta, continuerà a farlo per averla vinta. Trucchi, punizioni o cercare di essere eccessivamente persuasivi non fanno altro che alimentare questa “battaglia”.
  2. Segui il tuo piano di alimentazione prestabilito. Se il tuo bambino rifiuta di mangiare quello che gli/le stai dando non insistere, senza alcun commento, perché è importante non cadere nella trappola di offrire un cibo alternativo per accontentarlo.
  3. Metti un tempo limite per consumare il pasto. La maggior parte dei bambini di solito mangia ciò che gli viene proposto entro i primi 30 minuti del pasto, e spesso non funziona cercare di persuaderli a mangiare ancora dopo questo tempo, e questo porterebbe solo a scoraggiarti.
  4. Segui una routine dei pasti. É importante organizzare pasti e merende in modo regolare piuttosto che permettere che il tuo bambino mangi in modo disordinato durante la giornata. Se arriva affamato all’ora del pasto, difficilmente sarà schizzinoso con il cibo che ha di fronte, quindi per questo motivo non permettere loro di mangiare merendine tra un pasto e l’altro.
  5. Sii paziente. I bambini sono spesso sospettosi verso i nuovi cibi e hanno bisogno di vederli nel loro piatto diverse volte prima di sentirsi pronti a provarli. Alcuni psicologi dello sviluppo sono arrivati alla conclusione che prendere confidenza con un nuova pietanza aiuta ad essere più aperti a provarla, e potranno essere necessarie fino a dieci diverse occasioni prima che tuo figlio si senta a suo agio.
  6. Cerca di ridurre le distrazioni durante i pasti. Spegni la televisione, evita la presenza di libri o giochi sulla tavola e fai in modo che i fratelli più grandi, se non presenti a tavola perché mangiano in un diverso momento, non distraggano il piccolo.
  7. Assicurati che il bambino stia tranquillo prima dei pasti. Molto spesso i bambini perdono appetito se sono stanchi o agitati, per questo motivo fai in modo che il tuo bambino abbia un momento di tranquillità prima di mangiare.
  8. Non avere troppe aspettative. Dopo il primo compleanno il tuo bambino iniziare a crescere più lentamente, quindi è normale che il suo appetito diminuisca un poco e può succedere che anche solo qualche morso possa essergli sufficiente per sentirsi pieno. Molti bambini non si sentono a proprio agio con piatti grandi o larghe porzioni, quindi cerca di servire pasti in piccole quantità: potrai sempre proporgli il bis non appena avrà finito il primo piatto!
  9. Non utilizzare dolci o biscotti come merce di scambio. Altrimenti il tuo bambino penserà che il dolce è il cibo migliore, che porterà ad aumentare la sua voglia di mangiarli.
  10. Trattali da grandi. Qualche volta può succedere che i bambini rifiutino di mangiare perché vogliono farlo da soli. Inizia con qualcosa che si possa mangiare con le mani, oppure dai a tuo figlio un cucchiaino da tenere mentre gli stai dando da mangiare, così da farlo sentire più in controllo della situazione.

 

Come ti sei comportata con il tuo piccolo quando si è mostrato schizzinoso verso il cibo? Condividi con noi le tue esperienze!

 

Kate Nicolle
Consulente dei genitori e fondatrice di Kidology

Entra a far parte del Club My Baby & Me