Creazione di un'unità di
terapia intensiva più silenziosa

Un ospedale ha ridotto il numero di allarmi del 40%1,2

Un istituto ospedaliero dei Paesi Bassi ha richiesto i Servizi Clinici Philips per ridurre il numero di allarmi non significativi nella sua nuova unità di terapia intensiva, dove gli allarmi avevano raggiunto l'incredibile numero di 3441,2 per letto al giorno.

In questo case study viene illustrata la collaborazione tra gli esperti di Philips e il personale della terapia intensiva per distinguere gli allarmi clinicamente rilevanti da quelli che non lo sono. Il risultato? Un ambiente trasformato, con un'assistenza al paziente migliore e personale soddisfatto.

 

La lettura del case study rivelerà le ragioni del successo: il valore di un consulente esterno, la forza di dati di monitoraggio obiettivi e l’importanza cruciale del supporto della gestione del cambiamento.

Clinical lower ED alarms thumbnail one
Clinical lower ED alarms thumbnail two
I nostri pazienti si lamentavano molto del rumore. Ora l’ambiente è più silenzioso e sono più rilassati”

Infermiera in unità di terapia intensiva

Clinical what drives alarm fatigue thumbnail

Che cosa determina
il sovraccarico di allarmi?

 

Informati sulle nuove evidenze rilevate e sugli approcci necessari per apportare cambiamenti efficaci.

Contattaci

Chiedi un colloquio con un rappresentante Philips per parlare dell’implementazione di una soluzione di gestione degli allarmi creata attorno alle esigenze del tuo ospedale.

Informazioni sui contatti

* Questo campo è obbligatorio
*

Informazioni personali

*
*
*

Informazioni aziendali

*
*
*
*
*

Informazioni commerciali

Specificando il motivo del contatto potremo fornirle un servizio migliore.
*
*
Note:
1 White paper Philips relativo all’ospedale St. Antonius. Testimonianza del cliente.
2 I risultati provenienti dai case study non sono predittivi dei risultati in altre situazioni. I risultati in altri casi potrebbero essere diversi.
Sei un operatore sanitario?
Campo obbligatorio

Note:

I contenuti presenti nella pagina che segue contengono informazioni rivolte esclusivamente agli OPERATORI SANITARI, in quanto si riferiscono a prodotti rientranti nella categoria dei dispositivi medici che richiedono l’impiego o l’intervento da parte di professionisti del settore medico-sanitario.