Philips e Fatebenefratelli.
Una partnership a misura di famiglia.

Scopri la nuova Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Fatebenefratelli – Isola Tiberina di Roma, un reparto efficiente e all’avanguardia dove l’innovazione si mette al servizio dei bambini e delle loro famiglie. Con la tecnologia Screen-to-Screen di Philips i genitori possono essere sempre vicini e connessi ai propri bambini, ecco come.

Tommaso

Per saperne di più  

Per saperne di più

L’ospedale della mamma e del bambino


Nel cuore di Roma, sulle sponde del fiume Tevere, sorge l’Ospedale Fatebenefratelli – Isola Tiberina. Un punto di riferimento per la Regione Lazio e non solo, dove ogni anno nascono oltre 4.000 bambini, 600 dei quali sono ricoverati nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale. 400 di questi sono prematuri, bambini che devono quindi lottare fin dai primi battiti per vincere la loro battaglia per la vita e che per questo necessitano di un luogo speciale, che li accolga e li supporti efficacemente nel loro percorso verso casa.
 

È tra le mura di questo reparto che è nata la partnership tra Philips e il Fatebenefratelli. Una partnership fondata sull’ascolto delle esigenze e i pain dello staff clinico, della direzione e delle famiglie dei piccoli ricoverati che si sono trasformati in una soluzione tailorizzata, cucita intorno alle esigenze del nostro partner. 
 

Insieme abbiamo disegnato una nuova Terapia Intensiva Neonatale fondata su un nuovo approccio alle cure del neonato: il modello di Family-Centered Care (FFC), una cura “a misura di famiglia”, senza barriere, che coinvolge in un unico processo bambini, familiari e staff sanitario e risponde allo steso tempo alle esigenze di efficienza e sostenibilità  a cui oggi ogni struttura ospedaliera deve far fronte.

Da qui il rinnovamento e il potenziamento del reparto che è diventato ancora di più un ambiente sicuro e intimo, in grado di garantire un contatto familiare continuo e ridurre lo stress del neonato. Philips ha implementato un sistema centralizzato di monitoraggio avanzato del paziente, consentendo un controllo costante dei neonati e dei loro parametri vitali, e una soluzione all’avanguardia completa di tecnologie e servizi: non solo equipment dunque, ma anche consulenza, manutenzione, gestione dell’informatica clinica, formazione e una soluzione di finanziamento su misura. Il tutto all’insegna dell’innovazione, nell’approccio e negli strumenti a disposizione.


Philips ha infatti svolto il ruolo di integrator aggregando diversi player coinvolti e ha portato in questo importante progetto le proprie competenze in ambito tecnologico, mettendole a disposizione per costruire una collaborazione strategica a lungo termine molto innovativa per il panorama sanitario italiano. È l’esempio tangibile del nostro impegno nell’identificare soluzioni per i nostri partner che vadano molto al di là del prodotto e abbraccino le logiche della co-creazione e della partnership concreta, efficiente e sostenibile.

Viviamo oggi una sfida costante tra una domanda di cura crescente e vincoli di budget più stringenti. In questo contesto, le strutture sanitarie richiedono alle aziende health-tech come Philips sempre maggiori livelli di innovazione, focalizzazione e impegno nel comprendere le loro esigenze. Siamo orgogliosi di introdurre in Italia un modello di collaborazione strategica molto innovativo con un partner all’avanguardia come l'Ospedale Fatebenefratelli, stabilendo così un nuovo paradigma di co-creazione nell’healthcare che guida oggi la nostra strategia di business.”

Stefano Folli

Presidente e CEO di Philips Italia, Israele e Grecia

Lo Screen-to-Screen: neonato e genitori sempre connessi


Al cuore di questo progetto, c’è lo Screen-to-Screen, un sistema video sicuro che permette alle mamme e ai papà di vedere il loro bambino ricoverato ovunque e in qualsiasi momento, superando letteralmente le barriere fisiche che delineano tradizionalmente il rapporto tra pazienti e familiari.


Su ogni incubatrice, infatti, è applicata una piccola videocamera wireless alla quale i familiari potranno collegarsi dai loro dispositivi mobili, previa registrazione con codice personale. L’accesso, monitorato in ogni momento dagli operatori sanitari, potrà essere esteso anche a nonni e parenti, che su invito dei genitori, potranno condividere il collegamento attraverso un “link” a scadenza temporale (massimo 20 minuti), sempre nell’ottica di garantire la sicurezza e la protezione della privacy dei pazienti in culla.

Un reparto progettato per coniugare il massimo della tecnologia con il massimo dell’accoglienza. La tecnologia Screen–to-Screen di Philips consente di garantire un’assistenza centrata sul neonato e sulla propria famiglia e allo stesso tempo di migliorare l’operatività di tutto lo staff del reparto.”

Prof. Luigi Orfeo

Direttore dell’Unità di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale

Tra gli altri interventi nella nuova TIN, l’installazione di un nuovo sistema di monitoraggio centralizzato, che permette il controllo dei piccoli pazienti dal posto letto e l’integrazione di strumrnti in grado di fornire immagini in formato digitale, dati di laboratorio, risonanze, radiografie e scansioni, e di un innovativo sistema di illuminazione che,  grazie a luci personalizzate e studiate per rispettare i ritmi sonno-veglia, riduce lo stress dei neonati e  potenzia, all’occorrenza, le condizioni di operatività da parte del personale medico e infermieristico.

La nuova TIN del Fatebenefratelli Isola Tiberina

 

  • 600 bambini ricoverati ogni anno, di cui 400 prematuri

 

  • 500 mq

  • 13 culle per il ricovero non intensivo

  • Incremento del 33% della capienza del reparto

  • Assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Scopri le soluzioni Philips per il monitoraggio dei pazienti

Informazioni sui contatti

* Questo campo è obbligatorio
*

Informazioni personali

*
*
*

Informazioni aziendali

*
*
*
*
*

Informazioni commerciali

Specificando il motivo del contatto potremo fornirle un servizio migliore.
*
*