News center | Italia

19 ottobre 2020

Philips: risultati finanziari del terzo trimestre 2020


Nel terzo trimestre Philips registra vendite pari a 5 miliardi di Euro, segnando il 10% di aumento delle vendite su base comparabile; l’utile netto generato dalle attività correnti aumenta a 341 milioni di Euro, il margine EBITA rettificato migliora di 300 punti base salendo al 15,4% e il cash flow operativo cresce a 770 milioni di Euro
 

Philips presenta inoltre i nuovi target finanziari per il periodo 2021-2025
 

Evidenze del terzo trimestre 2020 

 

  • Il fatturato è pari a 5 miliardi di Euro, con un incremento delle vendite su base comparabile del 10%
  • Gli ordini su base comparabile sono cresciuti del 3% escludendo la parziale rescissione del contratto per i respiratori con l’HHS*; gli ordini su base comparabile dichiarati sono scesi del 18%
  • L’utile netto generato dalle attività correnti ha raggiunto i 341 milioni di Euro, rispetto ai 211 milioni di Euro del terzo trimestre 2019
  • Il margine EBITA rettificato è salito al 15,4% delle vendite, rispetto al 12,4% del terzo trimestre 2019
  • L’utile operativo ha raggiunto i 476 milioni di Euro, rispetto ai 320 milioni di Euro del terzo trimestre 2019
  • L’utile per azione generato dalle attività correnti (diluito) è pari a 0,37 Euro; l’utile per azione rettificato è pari a 0,60 Euro, rispetto a 0,46 Euro del terzo trimestre 2019
  • Il cash flow operativo ha totalizzato 770 milioni di Euro, rispetto ai 356 milioni di Euro del terzo trimestre 2019

 

Frans van Houten, CEO:

 

“È chiaro che la pandemia da COVID-19 non accenna ad arretrare, ma il focus dei nostri team rimane lavorare secondo un triplice obiettivo: rispondere alle esigenze dei clienti, salvaguardare la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti e assicurare la continuità del business.

Sono lieto che, in circostanze particolarmente sfidanti, siamo riusciti a mettere in pratica i nostri piani e siamo tornati a crescere migliorando la redditività del Gruppo nel terzo trimestre. Sostenuta da un’efficace conversione degli ordini Connected Care di monitor e ventilatori e da un significativo aumento della domanda relativa al nostro portafoglio Personal Health, Philips ha registrato una decisa crescita del 10% delle vendite su base comparabile oltre che un miglioramento del margine EBITA rettificato di 300 punti base al 15,4%.

 

Il business Connected Care ha segnato una fortissima crescita delle vendite su base comparabile del 42%, e il business Personal Health ha registrato un buon 6% di aumento delle vendite su base comparabile. Sono anche soddisfatto del miglioramento delle performance del business Diagnosis & Treatment, che riporta una diminuzione delle vendite su base comparabile a cifra bassa rispetto alla contrazione a cifra alta del trimestre precedente.

 

Ad agosto abbiamo comunicato che il contratto per i respiratori per ospedali di Philips dell’aprile 2020 con il Department of Health and Human Services (HHS) era stato parzialmente rescisso in modo inaspettato. Di conseguenza, abbiamo registrato una diminuzione degli ordini su base comparabile per il Gruppo del 18%. Escludendo questa rescissione parziale, gli ordini acquisiti su base comparabile sono cresciuti del 3%, continuando la solida crescita dei trimestri precedenti.

 

Il lavoro che stiamo facendo per sostenere i professionisti sanitari e lo staff medico nel trattamento sia del COVID-19 che delle prestazioni ordinarie rimane una priorità chiave per tutti noi di Philips. In stretta collaborazione con i nostri fornitori e partner, abbiamo sensibilmente aumentato i volumi di produzione di prodotti e soluzioni per aiutare a diagnosticare, trattare, monitorare e gestire i pazienti affetti da COVID-19. Abbiamo introdotto un nuovo Rapid Equipment Deployment Kit per la gestione di volumi inaspettati nelle terapie intensive, permettendo allo staff degli ospedali di mettere rapidamente in campo strumenti per il monitoraggio dei pazienti, quando si verifica la necessità di aumentare le terapie intensive. Per migliorare la cura dei pazienti e la produttività dei professionisti sanitari, Philips ha stretto una partnership strategica a lungo termine di 11 anni con diversi ospedali in America, Europa e Asia. Abbiamo annunciato una nuova partnership pluriennale con il Tampa General Hospital, una delle più grandi strutture ospedaliere degli Stati Uniti, per sostituire tutti i monitor e aggiornare le tecnologie di imaging nei laboratori di cateterizzazione e nelle sale di radiologia interventistica. Inoltre, forniremo all’ospedale soluzioni uniche per i flussi di lavoro e i servizi di gestione delle performance operative.

 

Guardando al futuro, continuiamo a vedere incertezza e volatilità legate all’impatto del COVID-19 in tutto il mondo, ma il nostro portafoglio ordini rimane solido. Per l’intero esercizio 2020, continuiamo ad aspettarci una discreta crescita su base comparabile, con un margine EBITA rettificato intorno allo stesso livello dello scorso anno”.

Segmenti di business

 

I business Diagnosis & Treatment hanno registrato una contrazione del 3% delle vendite su base comparabile, rispetto alla diminuzione del 9% nel secondo trimestre 2020. Il differimento di installazioni e la graduale ripresa delle operazioni non urgenti hanno dato luogo a un declino delle vendite su base comparabile a cifra bassa in Diagnostic Imaging e Image-Guided Therapy e a una contrazione a doppia cifra in Ultrasound. Gli ordini acquisiti su base comparabile hanno registrato un declino del 5%, rispetto al -20% nel secondo trimestre 2020. Il margine EBITA rettificato è sceso a 9,7% principalmente a causa di volumi più bassi, factory coverage e altre variabili.

 

Le vendite su base comparabile nel business Connected Care sono aumentate del 42%, con una crescita a doppia cifra per Monitoring & Analytics e Sleep & Respiratory Care. Escludendo la rescissione parziale del contratto per respiratori con l’HHS, gli ordini acquisiti su base comparabile hanno mostrato un aumento a doppia cifra, con una netta crescita in tutti i business. Il margine EBITA rettificato è aumentato al 27,1% spinto da volumi più elevati e dalla leva operativa.

 

Il business Personal Health ha registrato un aumento delle vendite su base comparabile del 6%, sulla scia di una crescita a una cifra alta in Personal Care e Domestic Appliances. Il margine EBITA rettificato è pari al 14,5%, includendo l’impatto di una valuta sfavorevole.

 

Il continuo focus di Philips sull’innovazione e sulle partnership ha portato ai seguenti avvenimenti chiave nel trimestre:

  • Facendo leva sui solidi risultati del programma ‘Healthy people, Sustainable planet’ del 2016-2020, Philips ha annunciato una nuova serie di ambiziosi obiettivi, impegni e piani d’azione dettagliati nei campi Environmental, Social e Governance, incluso il miglioramento della vita di 2 miliardi di persone l’anno entro il 2025 e un’ulteriore riduzione della propria carbon footprint lungo tutta la catena di valore, in linea con lo scenario di riscaldamento globale di 1,5°.
  • Philips ha firmato 11 nuove partnership a lungo termine nel mondo, tra cui accordi pluriennali con il Buon Ma Thuot University Hospital in Vietnam, il Mandaya Royal Hospital Puri in Indonesia e il Franciscus Gasthuis & Vlietland in Olanda, per fornire una gamma esaustiva di soluzioni tecnologiche per la salute.
  • Ampliando il proprio portfolio di spazzolini elettrici, Philips ha lanciato Philips One by Sonicare. Proposta entry level per espandersi in nuovi segmenti di consumatori, Philips One è uno spazzolino elettrico a batteria sviluppato come upgrade rispetto a quello manuale. I consumatori possono scegliere di aderire a un servizio di abbonamento per la sostituzione della testina e delle batterie.
  • Philips ha esteso il portfolio di strumenti per la terapia image-guided di cui è leader grazie all’acquisizione di Intact Vascular, introducendo per la prima volta nell’industria uno strumento impiantabile per trattare le arteriopatie periferiche. Inoltre, Philips ha lanciato QuickClear, un sistema di trombectomia all-in-one per la rimozione dei coaguli di sangue nei vasi periferici, e OmniWire un  un dispositivo con nucleo solido per guidare le procedure sulle arterie coronarie.
  • Philips ha lanciato un grosso ampliamento della piattaforma leader nella terapia image-guided Azurion, comprendente una nuova gamma di configurazioni –che copre più segmenti di prezzo- per innovare le procedure in un’ampia gamma di aree terapeutiche, e una maggiore interazione tra i device di imaging e diagnostica.
  • SimonMed Imaging, uno dei maggiori fornitori di imaging medico ambulatoriale degli Stati Uniti, sta stringendo una partnership con Philips per distribuire la  tecnologia più avanzata di risonanza magnetica 3T MRI, software e servizi inclusi, presso i propri ambulatori per migliorare le diagnosi, dalle lesioni cerebrali alle epatopatie e cardiopatie, fino a quelle ortopediche. Inoltre, i partner stanno collaborando per migliorare ulteriormente il flusso e l’esperienza del paziente.
  • Sulla scia della leadership in ambito Therapeutic Care, Philips ha lanciato la nuova soluzione Tempus ALS per la defibrillazione e il monitoraggio da remoto, per i soccorritori medici d’emergenza negli Stati Uniti, per aiutare ad accelerare l’assistenza sanitaria in situazioni di emergenza fuori dagli ospedali.

Cost savings

 

Nel terzo trimestre, i risparmi del procurement ammontano a 62 milioni di Euro. Le spese generali e i programmi di produttività hanno generato risparmi pari a 58 milioni di Euro. Di conseguenza, Philips è in buona posizione per segnare risparmi produttivi di oltre 400 milioni di Euro per il 2020 e superare gli 1,8 miliardi di risparmi legati alla produttività per il Gruppo per il periodo 2017-2020.

Philips presenta i nuovi target finanziari per il periodo 2021-2025

 

In occasione del Capital Markets Day con gli investitori e gli analisti finanziari della società, il 6 novembre 2020, Philips fornirà ulteriori dettagli del piano strategico e dei trend di performance per il periodo 2021–2025.

 

“Siamo entusiasti di continuare il nostro percorso volto a creare ulteriore valore, migliorando crescita e redditività, pur riconoscendo che stiamo attraversando tempi molto incerti e supponendo che l’economia mondiale tornerà a crescere il prossimo anno”, afferma Frans van Houten. “I nuovi target si basano sui nostri imperativi strategici di migliorare ulteriormente l’eccellenza operativa e verso i clienti, aumentare le vendite nei nostri core business tramite l’espansione geografica e sempre più customer partnership, e infine continuare con lo sviluppo di soluzioni innovative lungo il continuum of care. La nostra strategia di rivoluzionare le cure attraverso tutto il continuum of care – stili di vita sani, prevenzione, diagnosi e trattamento, telehealth e cure domiciliari - è apprezzata dai clienti ed è stata ulteriormente validata durante la pandemia da COVID-19”.

 

I target di Philips di crescita a, maggiore redditività e miglioramento del cash flow per il periodo 2021-2025 sono [1]:

 

  • Un’accelerazione della crescita media annuale delle vendite su base comparabile al 5-6%, con tutti i segmenti di business in questa gamma. Per il 2021, la visione attuale di Philips è che le vendite su base comparabile del Gruppo riporteranno una crescita a una cifra bassa, spinte da una crescita solida in Diagnosis & Treatment e Personal Health, parzialmente controbilanciate da minori vendite nel Connected Care;
  • Un miglioramento del margine EBITA rettificato di 60-80 punti base in media annuale dal 2021, raggiungendo un valore di Gruppo vicino a 20 entro il 2025 [2];
  • Un free cash flow sopra i 2 miliardi di euro entro il 2025;
  • L’Organic Return on Invested Capital (ROIC) tra i 15 e i 20 punti entro il 2025.

 

* Il 31 agosto 2020 Philips ha annunciato che il contratto di fornitura di respiratori di aprile 2020 con l’HHS è stato parzialmente rescisso.

 

[1] I nuovi target escludono il business Domestic Appliances. Come annunciato a gennaio 2020, il business Domestic Appliances sta per essere separato da Philips, un processo che ci si attende verrà completato nel terzo trimestre del 2021.

[2] Per il segmento di business Diagnosis & Treatment ci si attende il raggiungimento del 15-17% di margine EBITA rettificato entro il 2025, per il segmento Connected Care ci si attende il raggiungimento del 17-19%, e per il segmento Personal Health business ci si attende il raggiungimento del 19-20%.

About Royal Philips

Royal Philips (NYSE: PHG, AEX: PHIA) è un’azienda leader nel campo della salute e del benessere, il cui obiettivo è migliorare la vita delle persone e facilitare l’intero iter della cura dal sostegno di uno stile di vita sano alla prevenzione, dalla diagnosi precoce al trattamento fino alle cure domiciliari. Philips si avvale di una tecnologia avanzata e di una profonda conoscenza degli aspetti clinici e delle esigenze del consumatore per fornire soluzioni integrate. L’azienda, con headquarter in Olanda, è leader nell’ambito della diagnostica per immagine, dell’interventistica, del monitoraggio del paziente e dell’informatica applicata alla sanità, delle soluzioni per il benessere delle persone e della cura a domicilio.

Philips, con vendite generate dal business HealthTech pari a 19,5 miliardi di Euro nel 2019, conta circa 81.000 dipendenti in oltre 100 paesi.

Tutte le notizie relative a Philips sono disponibili su www.philips.it/newscenter

Ulteriori informazioniMeno informazioni

Temi

Contatto

/content/dam/corporate/it_IT/news/elena-visentini.jpg

Elena Visentini

Communication Manager

Tel: +39 02 3859 3333

Condividi sui Social Media

  • https://www.philips.it/a-w/about/news/archive/standard/news/press/2020/philips-third-quarter-results-2020test.html Link copiato

Articoli correlati