News center

gen 30, 2018

Philips pubblica i risultati finanziari del quarto trimestre 2017

Per il quarto trimestre Philips registra un fatturato di 5,3 miliardi di Euro, segnando il 5% di incremento delle vendite su base comparabile. L’utile netto generato dalle attività correnti è pari a 476 milioni di Euro e il margine EBITA rettificato è aumentato di 140 basis point,  raggiungendo il 16,7%.

 

Evidenze del quarto trimestre

  • Il fatturato è salito a 5,3 miliardi di Euro, segnando il 5% di incremento delle vendite su base comparabile
  • Gli ordini acquisiti su base comparabile sono aumentati del 7% rispetto al quarto trimestre 2016
  • L’utile netto, che include un’imposta una tantum non-cash di 72 milioni di Euro, ha raggiunto i 476 milioni di Euro, rispetto ai 465 milioni del quarto trimestre 2016.
  • Il margine EBITA rettificato è aumentato di 140 basis point raggiungendo il 16,7% delle vendite, rispetto al 15,3% del quarto trimestre 2016
  • Il reddito operativo (EBIT) è salito a 723 milioni di Euro, rispetto ai 693 milioni  del quarto trimestre 2016
  • Il cash flow operativo è pari a 1.202 milioni di Euro, rispetto ai 758 milioni nel quarto trimestre 2016. Il free cash flow ha raggiunto i 948 milioni di Euro, rispetto ai 551 milioni del quarto trimestre 2016.

 

Evidenze annuali

  • Il fatturato è salito a 17,8 miliardi di Euro, segnando il 4% di incremento delle vendite su base comparabile
  • Gli ordini acquisiti su base comparabile sono aumentati del 6% rispetto al 2016
  • L’utile netto, che include un’imposta una tantum non-cash di 72 milioni di Euro, si attesta sui 1.028 milioni di Euro rispetto agli 831 milioni del 2016
  • Il margine EBITA rettificato è aumentato di 110 basis point, raggiungendo il 12,1% delle vendite rispetto all’11% del 2016.
  • Il reddito operativo (EBIT) è salito a 1.517 milioni di Euro rispetto a 1.464 milioni di Euro nel 2016
  • Il cash flow operativo è pari a 1,9 miliardi di Euro, rispetto a 1,2 miliardi nel 2016. Il free cash flow ha raggiunto i 1.185 milioni di Euro rispetto ai 429 milioni del 2016
  • Proposta di mantenere il dividendo a 0,80 Euro per azione.

 

Frans van Houten, CEO di Royal Philips, ha così commentato:
“Il 2017 è stato un buon anno, poiché abbiamo portato avanti la trasformazione di Philips in un’azienda leader nell’health technology e rispettato gli obiettivi previsti per quest’anno. Sono molto contento di aver registrato una crescita del 4% delle vendite su base comparabile, un incremento del margine EBITA rettificato di 110 basis point e un free cash flow forte pari a 1,2 miliardi di Euro. Abbiamo rafforzato le nostre piattaforme strategiche attraverso acquisizioni mirate, introdotto diverse innovazioni di valore, stretto partnership strategiche a lungo termine e deconsolidato Philips Lighting con la riduzione della nostra quota azionaria a meno del 30%.

La performance di Philips nel quarto trimestre dimostra che stiamo procedendo nella giusta direzione. Abbiamo chiuso il 2017 in modo determinato con una crescita del 7% degli ordini acquisiti su base comparabile e un aumento del 5% delle vendite su base comparabile, trainati dai nostri segmenti di business Personal Health e Diagnosis & Treatment. Abbiamo ottenuto un forte miglioramento del margine EBITA rettificato di 140 basis point, sulla scia di volumi maggiori e risparmi sui costi di produzione e procurement, e abbiamo portato il free cash flow a quota 948 milioni di Euro.

Abbiamo ulteriormente rafforzato il nostro portfolio tramite acquisizioni mirate lungo tutto l’health continuum. L’integrazione di queste acquisizioni è in corso. Ci tengo a sottolineare che i miglioramenti legati alla produttività di Spectranetics sono in anticipo rispetto a quanto pianificato e che abbiamo lanciato con successo il pallone medicato Stellarex negli Stati Uniti. Inoltre, l’integrazione di Volcano è stata completata da piano. Questo business ha portato a un incremento delle vendite su base comparabile, grazie al forte rendimento dei nostri cateteri diagnostici e, negli ultimi due anni, abbiamo ulteriormente migliorato i margini lordi di 10 punti percentuali.  

Sono contento che le nostre iniziative di crescita organica stiano dando risultati tangibili, come il forte incremento degli ordini acquisiti nel nostro segmento Digital Pathology Solutions, la crescita a doppia cifra dei nostri dispositivi Sleep & Respiratory Care e il continuo successo di Philips OneBlade. Questo rivoluzionario strumento ibrido ha generato più di 100 milioni di Euro di vendite annuali nell’arco dei 18 mesi successivi al suo lancio.


Nel 2018 ci aspettiamo che i nostri mercati crescano dal 3 al 5% su base comparabile. Questo, insieme al nostro solido portafoglio ordini, ci consente di affermare che siamo certi di poter rispettare i nostri obiettivi a medio termine di quest’anno, ossia un incremento delle vendite su base comparabile tra il 4 e il 6% e, in media, un miglioramento di 100 basis point annuali del margine EBITA rettificato. Considerate le diverse fasi del nostro portafoglio ordini, ci attendiamo che i miglioramenti siano concentrati sulla parte finale dell’anno”.

Segmenti di business
Nel quarto trimestre, tutti i segmenti di business hanno registrato miglioramenti operativi e una maggiore redditività.

Nei business Diagnosis & Treatment, gli ordini acquisiti su base comparabile sono aumentati del 12%, guidati da Nord America e Cina. Le vendite su base comparabile hanno registrato un incremento del 6%, che rispecchia una forte crescita a una cifra nel segmento Ultrasound e a una crescita a una cifra dei settori Image-Guided Therapy e Diagnostic Imaging. Il margine EBITA rettificato è risultato più alto di 90 basis point rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, essenzialmente trainato da volumi maggiori ed efficienze del procurement.

L’aumento del 6% delle vendite su base comparabile dei segmenti di business Personal Health è stato guidato dalla crescita a una cifra dei segmento Health & Wellness and Sleep & Respiratory Care. Il margine EBITA rettificato è migliorato di 70 punti base, sulla scia di un volume più elevato e di efficienze del procurement, in parte compensati da investimenti in advertising e  promotion.

Nei business Connected Care & Health Informatics, le vendite su base comparabile sono aumentate del 2%, con una crescita a una cifra  di Healthcare Informatics  e di Patient Care & Monitoring Solutions. Il margine EBITA rettificato è migliorato di 190 basis point, in parte sulla scia dei risparmi del procurement e di altri costi. Gli ordini acquisiti su base comparabile hanno registrato un decremento a una cifra nel corso del trimestre dovuto ad alcuni grandi ordini attesi e posticipati al 2018.

Il continuo focus di Philips sull'innovazione attraverso iniziative di crescita organica e disorganica ha condotto alle seguenti evidenze trimestrali:

  • Nell’ambito dei nuovi prodotti presentati da Philips per spingere la crescita del segmento Diagnostic Imaging,  è stato lanciato il  sistema digitale MR Prodiva 1.5T, che offre una migliore performance clinica e una maggiore produttività. Philips ha anche presentato l’ultima configurazione del suo IQon Spectral CT, ottimizzato per supportare le esigenze dell’assistenza di primo soccorso e oncologica. Inoltre, dal terzo trimestre Philips sta consegnando Vereos, il primo e unico sistema PET/CT completamente digitale, che sta ottenendo un grande successo di mercato grazie all’eccezionale risoluzione, accuratezza ed efficacia.
  • Philips ha rafforzato la propria  offerta di Radiology Solutions (soluzioni radiologiche) con l’acquisizione di Analytical Informatics. La loro suite di applicazioni per il miglioramento del flusso di lavoro completa PerformanceBridge Practice di Philips, permettendo ai clinici di prendere decisioni puntuali e precise sulla base dei dati acquisiti. Per esempio, Philips e Banner Health hanno ampliato la loro partnership includendo l’adozione di PerformanceBridge Practice di Philips nei 28 reparti di radiologia dell’ospedale.
  • Philips ha firmato diversi accordi pluriennali incluso un contratto di 10 anni con il Children’s Hospital & Medical Center di Omaha negli Stati Uniti per contribuire a guidare l’innovazione in ambito pediatrico. Philips ha anche vinto una gara multimodale indetta dallo University Hospital di Schleswig-Holstein per fornire strumentazione medica ai reparti di radiologia e neuroradiologia dell’ospedale. Inoltre, le Forze Armate Tedesche adotteranno Lumify, la soluzione ad ultrasuoni su app di Philips, come strumentazione standard per i medici e i paramedici coinvolti in operazioni di primo soccorso.
  • Espandendo il proprio portfolio di Health Informatics, Philips ha acquisito Forcare, fornitore di interoperabilità nei Paesi Bassi. Philips ha anche stretto una partnership con Nuance, che ha sede negli Stati Uniti, per portare l’intelligenza artificiale nella reportistica radiologica, facendo leva sulle funzionalità di Illumeo di Philips e di PowerScribe 360 di Nuance. Inoltre, Philips ha lanciato il  nuovo IntelliSpace Enterprise Edition for Radiology, che fornisce ai reparti di radiologia tutti gli strumenti necessari per migliorare l’efficienza e il volume di produzione.
  • In Cina, Philips ha stretto un accordo con Oranger, un fornitore di servizi specializzato nella gestione delle patologie respiratorie croniche, e con Health 100, la più grande organizzazione di check-up medici della Cina, per fornire soluzioni integrate per le patologie respiratorie croniche che includono le fasi di screening, refertazione, terapia e convalescenza.
  • Per espandere ulteriormente il proprio business Population Health Management, Philips ha acquisito VitalHealth, il cui portfolio estremamente complementare di soluzioni di analisi avanzate, coordinamento assistenziale, presa in carico del paziente e gestione degli esiti, supporterà l’impegno di Philips nel generare soluzioni integrate per gli operatori sanitari.
  • Sulla scia dei nuovi modelli di assistenza sanitaria, Philips ha siglato una partnership con American Well,  leader nella telemedicina, per produrre insieme soluzioni di assistenza virtuale in tutto il mondo, inserendo i servizi di telemedicina via dispositivi mobili all’interno di una gamma di soluzioni Philips, a partire dalla piattaforma intelligente di baby monitoring Philips Avent uGrow, che permette ai genitori di accedere, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a consulti medici professionali.
  • Rafforzando la propria leadership nelle soluzioni di monitoraggio dei pazienti, Philips ha ricevuto l’approvazione dalla FDA per la commercializzazione del monitor per pazienti IntelliVue X3, che fornisce un monitoraggio continuo per i pazienti più critici durante il trasporto all’interno dell’ospedale. IntelliVue X3 ha già il marchio CE ed è stato rilasciato in Europa a metà del 2017.

 

Cost Savings
I programmi di produttività Philips hanno generato un risparmio annuale di 483 milioni di Euro, a fronte dei risparmi previsti di 400 milioni di Euro. Nel trimestre, i risparmi del procurement si sono attestati a 81 milioni di Euro, sulla scia del programma DfX, mentre altri programmi di produttività hanno generato risparmi per 52 milioni di Euro.

Allocazione di capitale
Philips continua a portare avanti il proprio programma di riacquisto di azioni proprie per un valore di 1,5 miliardi di Euro, avviato nel terzo trimestre del 2017 e finalizzato alla riduzione del capitale. I dettagli delle transazioni ad oggi effettuate si possono trovare qui (https://www.philips.com/a-w/about/investor/shareholder-info/share-repurchase-program.html).

Aggiornamento delle normative
A seguito dell’ispezione da parte della Food and Drug Administration (FDA) statunitense allo stabilimento di Cleveland (Illinois), avvenuta nel terzo trimestre del 2017, Philips ha sottoposto all’esame dell’FDA la propria risposta alle osservazioni sollevate durante l’ispezione. Nel dicembre 2017, la società ha avuto un incontro costruttivo con l’FDA. Philips continuerà a portare avanti il proprio programma di miglioramento del Sistema di Gestione della Qualità e a fornire report mensili all’FDA evidenziando i progressi nel gestire le osservazioni.
Il 31 ottobre 2017, un Tribunale Federale statunitense ha approvato formalmente l’accordo consensuale stipulato da Philips e dal governo degli Stati Uniti, come già annunciato nel comunicato stampa emesso l’11 ottobre 2017. Philips sta procedendo in linea con i termini dell’accordo consensuale, che prevede ispezioni da parte di auditor indipendenti. Come pianificato, Philips ha ripreso le consegne dei suoi defibrillatori AED HS1 globalmente e dei consumabili, accessori e pezzi di ricambio di tutti i defibrillatori. Inoltre, la società ha ripreso nel gennaio 2018 la distribuzione degli AED FRx e degli FR3 a molti mercati importanti al di fuori degli Stati Uniti, con obiettivi di massimizzare la copertura nel restante periodo del primo trimestre 2018.

Philips Lighting
Al 31 dicembre 2017, la quota azionaria di Philips in Philips Lighting era del 29.01% del capitale azionario emesso di Philips Lighting. Di conseguenza Philips non ha più il controllo di Philips Lighting e ha cessato di consolidare Philips Lighting. L’interesse residuo in Philips Lighting viene presentato come un investimento incluso negli “Asset classificati come attività in dismissione” nel bilancio di Royal Philips alla fine di novembre 2017. L’utile netto di Philips nel quarto trimestre includeva 562 milioni di Euro, relativi ai risultati di Philips Lighting nel quarto trimestre fino alla data di deconsolidamento, e un utile di deconsolidamento, il tutto riportato nella voce Attività in Dismissione (Discontinued operations).

Philips Lighting pubblicherà i risultati del quarto trimestre e dell’intero anno 2017 il 2 febbraio 2018.

A proposito di Royal Philips

Royal Philips (NYSE: PHG, AEX: PHIA) è un’azienda leader nel campo della salute e del benessere, il cui obiettivo è migliorare la vita delle persone e facilitare l’intero iter della cura dal sostegno di uno stile di vita sano alla prevenzione, dalla diagnosi precoce al trattamento fino alle cure domiciliari. Philips si avvale di una tecnologia avanzata e di una profonda conoscenza degli aspetti clinici e delle esigenze del consumatore per fornire soluzioni integrate. L’azienda, con headquarter in Olanda, è leader nell’ambito della diagnostica per immagine, dell’interventistica, del monitoraggio del paziente e dell’informatica applicata alla sanità, delle soluzioni per il benessere delle persone e della cura a domicilio.
Philips, con vendite generate dal business HealthTech pari a 17.8 miliardi di Euro nel 2017, conta circa 74.000 dipendenti in oltre 100 paesi.
Tutte le notizie relative a Philips sono disponibili su www.philips.it/newscenter

Ulteriori informazioniMeno informazioni

Temi

Contacts

Elena Visentini

Elena Visentini

Communication Manager

Tel: +39 02 3859 3333

Condividi sui social media