Domande sull'apnea del sonno?

Benvenuto nel punto di raccolta di tutte le informazioni riguardanti Philips e l'apnea del sonno. Contattaci

Apnea ostruttiva del sonno

Quante persone negli Stati Uniti soffrono di apnea del sonno?

Quante persone negli Stati Uniti soffrono di apnea del sonno?

Negli Stati Uniti, il 5-10% degli adulti soffre di apnea ostruttiva del sonno (OSA). Si tratta di 20 milioni di persone circa e a molti, la maggior parte, non è ancora stata diagnosticata.

 

Rispondi al nostro questionario sui sintomi per scoprire se sei a rischio di apnea del sonno.

Che cos'è l'apnea ostruttiva del sonno (OSA)?

Che cos'è l'apnea ostruttiva del sonno (OSA)?

L'OSA è una patologia per cui una persona smette ripetutamente di respirare durante la notte. Il respiro cessa a causa del collasso dei tessuti della gola, o "vie aeree", che impedisce all'aria di arrivare ai polmoni. Gli schemi del sonno vengono sovvertiti e durante il giorno si avverte un'eccessiva sonnolenza o senso di affaticamento.

 

Ulteriori informazioni sull'apnea ostruttiva del sonno

Quali sono le cause della chiusura delle vie aeree durante il sonno?

Quali sono le cause della chiusura delle vie aeree durante il sonno?

Tessuto in eccesso in fondo alla gola, ad esempio tonsille ingrossate, riduzione del tono dei muscoli che mantengono aperte le vie aeree, la lingua che ricade indietro e ostruisce le vie aeree.

Che cosa si deve fare se si teme di soffrire di apnea ostruttiva del sonno?

Che cosa si deve fare se si teme di soffrire di apnea ostruttiva del sonno?

È consigliabile sottoporsi a una visita da un medico specializzato in disturbi del sonno. Effettuare uno studio del sonno, che fornirà al medico informazioni su come si dorme e si respira. Queste informazioni lo aiuteranno a formulare una diagnosi e a individuare le opzioni di trattamento.

 

La nostra Guida alla discussione con il medico costituisce un buon punto di partenza.

Quali sono le possibili conseguenze di un'OSA non trattata?

Quali sono le possibili conseguenze di un'OSA non trattata?

È possibile un aumento del rischio di:

 - Ipertensione

 - Malattie cardiache e infarto

 - Ictus

 - Incidenti sul lavoro e con veicoli dovuti all'affaticamento

 - Riduzione della qualità della vita

In che cosa consiste il trattamento dell'apnea ostruttiva del sonno?

In che cosa consiste il trattamento dell'apnea ostruttiva del sonno?

In genere, il trattamento d'elezione per l'OSA è la terapia a pressione positiva delle vie aeree (PAP). Si tratta di un metodo non invasivo, in grado di alleviare i sintomi dell'OSA se utilizzato secondo la prescrizione. Meno frequentemente si ricorre a interventi chirurgici o all'uso di apparecchi orali che, in alcuni casi, possono essere efficaci. Qualunque piano di trattamento dovrebbe prevedere la perdita di peso, se necessario, lo svolgimento di attività fisica e l'astinenza da alcool e da farmaci sedativi e ipnotici.
 

Per saperne di più sulle opzioni di terapia

Come funziona la PAP o "CPAP"?

Come funziona la PAP o "CPAP"?

La CPAP (pressione positiva continua delle vie aeree) permette di trattare l'OSA mediante un flusso d'aria delicato a pressione positiva erogato tramite una maschera facciale per mantenere pervie le vie aeree durante il sonno. I risultati sono:

 - Il respiro si regolarizza durante il sonno

 - Il russamento cessa

 - Il sonno torna a essere riposante

 - La qualità della vita migliora

 - Il rischio di ipertensione, malattie cardiache, infarto, ictus e incidenti sul lavoro/con veicoli si riduce

 

Ulteriori informazioni sui dispositivi di trattamento

Quali sono i sintomi notturni dell'OSA?

Quali sono i sintomi notturni dell'OSA?

 - Russamento forte o fastidioso

 - Osservazione di pause del respiro

 - Respiro ansimante o boccheggiante come per "fame d'aria" durante il sonno

 - Sonno inquieto

 - Frequenti minzioni

Quali sono i sintomi diurni dell'OSA?

Quali sono i sintomi diurni dell'OSA?

 - Mal di testa di prima mattina

 - Eccessivo affaticamento durante la giornata

 - Scarsa concentrazione

 - Depressione o irritabilità

 - Colpi di sonno durante lo svolgimento delle normali attività

Quali sono i fattori che comportano un aumento del rischio di OSA?

Quali sono i fattori che comportano un aumento del rischio di OSA?

 - Sovrappeso/obesità

 - Eccesso di tessuto che congestiona le vie aeree

Quali sono i vantaggi derivanti dall'uso regolare della terapia PAP?

Quali sono i vantaggi derivanti dall'uso regolare della terapia PAP?

 - La maggior parte degli utenti della PAP che svolgono il trattamento con continuità beneficia di:

 - Maggiori energie e capacità di attenzione

 - Meno mal di testa mattutini

 - Minore irritabilità

 - Aumento della memoria

 - Aumento della capacità di svolgere attività fisica

 - Abbassamento della pressione sanguigna

 - Riduzione del rischio di ictus e infarto

 - Maggiore produttività al lavoro e a casa

 - Miglioramento globale della qualità della vita

Suggerimenti sui dispositivi per la terapia

Quando si comincia a stare meglio dopo avere iniziato a utilizzare la CPAP?

Quando si comincia a stare meglio dopo avere iniziato a utilizzare la CPAP?

Molte persone iniziano a sentirsi meglio già durante la prima settimana di utilizzo, mentre per altri occorre un periodo di tempo un po' più lungo.

E se si continua a russare mentre si usa la CPAP?

E se si continua a russare mentre si usa la CPAP?

Utilizzando la CPAP il russamento non dovrebbe più presentarsi. Se persiste, contattare il medico. Potrebbe essere necessario regolare il livello della pressione.

Cosa succede se si perde peso o si aumenta di peso nel corso del trattamento e i vecchi sintomi ricompaiono?

Cosa succede se si perde peso o si aumenta di peso nel corso del trattamento e i vecchi sintomi ricompaiono?

Potrebbe essere necessario adattare il livello di pressione della CPAP. Contattare il medico.

Se per qualsiasi motivo si viene ricoverati in ospedale, si deve portare con sé il dispositivo e utilizzarlo di notte?

Se per qualsiasi motivo si viene ricoverati in ospedale, si deve portare con sé il dispositivo e utilizzarlo di notte?

Sì. Anche se si deve subire un'operazione chirurgica è importante comunicare al chirurgo e all'anestesista che a casa si utilizza la CPAP. È inoltre opportuno informare del ricovero lo specialista a cui ci si è rivolti per l'apnea del sonno.

Cosa si deve fare se non si riesce ad abituarsi alla terapia CPAP?

Cosa si deve fare se non si riesce ad abituarsi alla terapia CPAP?

La maggior parte delle persone si abitua alla CPAP in una o due settimane. A volte può essere necessario un po' più di tempo, ad esempio se si è molto sensibili alla maschera sul viso o al ronzio emesso dal dispositivo. Se i problemi persistono a distanza di due settimane, contattare il proprio fornitore di assistenza domiciliare o il medico che ha prescritto il trattamento. Chiedere se è possibile provare un dispositivo a due livelli o a regolazione automatica.

Perché utilizzare un umidificatore con il dispositivo terapeutico?

Perché utilizzare un umidificatore con il dispositivo terapeutico?

Gli umidificatori hanno la funzione di umidificare l'aria che viene erogata dal dispositivo terapeutico. Sono disponibili due tipi di umidificatori: riscaldati e non riscaldati. Quelli riscaldati non “riscaldano l'aria” ma aumentano il contenuto di umidità dell'aria che viene erogata. Gli umidificatori possono essere utili per ridurre alcuni degli effetti collaterali della terapia, come il naso asciutto.

Che funzione hanno i tubi utilizzati con il dispositivo terapeutico?

Che funzione hanno i tubi utilizzati con il dispositivo terapeutico?

I tubi vengono utilizzati per portare l'aria proveniente dal dispositivo terapeutico alla maschera. Vanno puliti e ispezionati una volta alla settimana per accertare che siano puliti, non irrigiditi e privi di fessure. Se si ritiene che sia giunto il momento di sostituire i tubi, contattare il proprio fornitore di assistenza domiciliare.

Che funzione hanno i filtri utilizzati con il dispositivo terapeutico?

Che funzione hanno i filtri utilizzati con il dispositivo terapeutico?

I dispositivi terapeutici vengono forniti corredati di filtri. Alcuni impiegano un solo filtro normale, altri due: uno normale e uno extrafine. Consultare il manuale del dispositivo per una corretta manutenzione dei filtri.

È possibile portare con sé il dispositivo CPAP oltre i controlli di sicurezza in aeroporto?

È possibile portare con sé il dispositivo CPAP oltre i controlli di sicurezza in aeroporto?

Consigliamo di contattare con un certo anticipo sia la compagnia aerea che la società di gestione dell'aeroporto chiedendo se è possibile portare a bordo l'apparecchio. Per sapere se il dispositivo può essere utilizzato a bordo dell'aeromobile, verificare sul lato inferiore: dovrebbe essere presente una nota che dice che si tratta di un'apparecchiatura medicale, unitamente all'immagine di un aeroplano con un cerchio attorno. Se il dispositivo è sprovvisto di questa grafica, non sarà possibile utilizzarlo a bordo dell'aeromobile. È sconsigliabile imbarcare l'apparecchiatura al check-in in quanto la custodia per il trasporto non è prevista per proteggerla adeguatamente. È sempre utile avere con sé una copia della prescrizione nel caso vengano poste delle domande.

 

Per saperne di più sui viaggi con l'apparecchiatura CPAP

Suggerimenti per la terapia del sonno con System One

Cosa fare se il tubo flessibile si riempie d'acqua durante la notte?

Cosa fare se il tubo flessibile si riempie d'acqua durante la notte?

Si accumula condensa perché l'aria nella stanza è più fredda dell'aria proveniente dalla macchina. Per evitare che si formi condensa, si può provare a mettere il tubo sotto le coperte per riscaldarlo. In alternativa, chiedere al proprio fornitore di assistenza domiciliare di procurare una copertura per il tubo.

Cosa si può fare se si ha difficoltà a espirare contrastando il flusso d'aria costante?
Cosa si può fare se si ha difficoltà a espirare contrastando il flusso d'aria costante? 
Questa sensazione può andare svanendo nel tempo man mano che ci si abitua alla terapia a pressione positiva delle vie aeree. È possibile chiedere informazioni al proprio medico sulle caratteristiche per aumentare il comfort, ad esempio la tecnologia di riduzione della pressione o la terapia a due livelli, che facilita l'espirazione contrastata dalla pressione.
Cosa succede se i tubi sono di ostacolo mentre si dorme?

Cosa succede se i tubi sono di ostacolo mentre si dorme?

È possibile disporli sul letto collocandoli sotto il bordo del cuscino dove non verranno compressi se ci si gira (ciò comporterebbe il blocco del flusso d'aria). In alternativa, si possono posizionare sopra la testiera o farli passare attraverso, se la testiera è forata. Se si usa una maschera Nuance o Wisp, nella parte superiore delle bretelle di fissaggio è presente un'ansa per far passare il tubo sopra la testa anziché direzionarlo verso il basso.

Cosa fare se si ha l'impressione che non arrivi abbastanza aria?

Cosa fare se si ha l'impressione che non arrivi abbastanza aria?

Controllare che fluisca aria dal dispositivo terapeutico. Quindi controllare l'ingresso dell'aria e il filtro per verificare se vi siano ostruzioni o se si sia accumulata polvere. Ispezionare il tubo alla ricerca di fori. Se il problema persiste, richiedere assistenza al proprio fornitore di assistenza domiciliare o al medico.

Cosa fare se si ha l'impressione che la macchina non funzioni?

Cosa fare se si ha l'impressione che la macchina non funzioni?

Controllare il cavo di alimentazione per avere la certezza che sia saldamente collegato al retro della macchina e verificare la presa di corrente. Se non presentano problemi, contattare il proprio fornitore di assistenza domiciliare. Non tentare di riparare autonomamente il respiratore.

Che cos'è un dispositivo terapeutico CPAP System One?

Che cos'è un dispositivo terapeutico CPAP System One?

I dispositivi a pressione positiva continua delle vie aeree (CPAP) erogano un flusso d'aria stabile e delicato per tutta la notte e costituiscono un trattamento molto efficace per l'apnea del sonno. Il medico prescrive una pressione terapeutica adeguata per aprire le vie aeree, ed è questa la pressione che viene poi impostata sul dispositivo ed erogata durante la notte. I dispositivi sono dotati di varie caratteristiche per rendere la terapia più confortevole.

 

Ulteriori informazioni sulle apparecchiature CPAP System One

Che cos'è un dispositivo terapeutico a due livelli System One?

Che cos'è un dispositivo terapeutico a due livelli System One?

I dispositivi terapeutici a due livelli erogano due livelli di pressione durante la notte, uno più basso durante l'espirazione e uno più alto durante l'inspirazione. Vengono a volte prescritti a persone che hanno difficoltà a tollerare una pressione costante proveniente da un dispositivo CPAP. Molti sono dotati di diverse caratteristiche per rendere più confortevole la terapia.

 

Ulteriori informazioni sul dispositivo a due livelli System One

Che cos'è la funzione graduale dei dispositivi System One?

Che cos'è la funzione graduale dei dispositivi System One?

Permette di addormentarsi con una bassa pressione. È possibile scegliere il periodo di tempo durante il quale la pressione aumenta gradualmente fino a raggiungere il livello prescritto.

Che cos'è la tecnologia A-Flex dei dispositivi System One?

Che cos'è la tecnologia A-Flex dei dispositivi System One?

Si tratta di una tecnologia esclusiva che allevia la transizione della pressione dall'inspirazione all'espirazione per migliorare il comfort. La tecnologia A-Flex rende la respirazione più naturale rispetto a un normale dispositivo per terapia PAP (pressione positiva delle vie aeree).

Che cos'è la tecnologia C-Flex dei dispositivi System One?

Che cos'è la tecnologia C-Flex dei dispositivi System One?

Si tratta di una tecnologia per ridurre la pressione durante la fase espiratoria al fine di agevolare l'espirazione rispetto a un normale dispositivo PAP.

Che cos'è la tecnologia B-Flex dei dispositivi System One?

Che cos'è la tecnologia B-Flex dei dispositivi System One?

Si tratta di una tecnologia a vantaggio del comfort che agevola sia la fase inspiratoria che quella espiratoria rispetto a un normale dispositivo terapeutico a due livelli.

Come si installa il dispositivo PAP System One per utilizzarlo?

Come si installa il dispositivo PAP System One per utilizzarlo?

La macchina va posizionata su una superficie solida e piana vicino a dove si dorme e collegata a una normale presa di corrente.
- Controllare il filtro di ingresso dell'aria per accertare che sia presente e privo di polvere.
- Se si usa un umidificatore, aggiungere acqua distillata nel contenitore dell'acqua non inserito nel dispositivo, quindi utilizzarlo secondo le istruzioni del produttore.
- Collegare un'estremità del tubo (flessibile) all'uscita del flusso d'aria della macchina e l'altra estremità alla maschera (o valvola). Accendere la macchina, posizionare le bretelle di fissaggio sopra la testa e la maschera sul viso. Verificare che dalla maschera fluisca aria in modo continuo.
- Se la maschera è stata indossata correttamente in presenza della pressione PAP, potrebbero non essere necessarie ulteriori regolazioni. Tra la maschera e il viso non devono verificarsi perdite d'aria. Una piccola quantità d'aria che fuoriesce dalla maschera in corrispondenza delle porte espiratorie è tuttavia considerata normale. La maschera deve esercitare una pressione minima sul viso; se viene regolata troppo stretta non solo risulta scomoda, ma può anche provocare perdite.

Come si pulisce il dispositivo CPAP System One?

Come si pulisce il dispositivo CPAP System One?

Per pulire il dispositivo procedere come segue:
- Scollegarlo.
- Strofinare la parte esterna con un panno leggermente inumidito di acqua e detergente neutro.
- Lasciarlo asciugare completamente prima di ricollegare il cavo di alimentazione.

Come si può alimentare il dispositivo CPAP System One durante i viaggi internazionali?

Come si può alimentare il dispositivo CPAP System One durante i viaggi internazionali?

Se si viaggia all'estero non occorrerà un trasformatore o convertitore di tensione per il dispositivo PAP System One Philips Respironics in quanto è dotato di alimentatore internazionale che si adatta alle diverse tensioni. Molto probabilmente sarà necessario acquistare un adattatore per la spina. I vari paesi utilizzano spine di forme diverse, quindi è possibile che ne serva più di uno. Su Internet sono reperibili schemi di conversione dell'elettricità per identificare il tipo di adattatore necessario in base al paese in cui ci si reca.

È possibile utilizzare il dispositivo CPAP System One in aereo?

È possibile utilizzare il dispositivo CPAP System One in aereo?

Per utilizzare il dispositivo PAP in aereo occorre darne previa notifica alla compagnia aerea. In aereo, la presa elettrica sul sedile è disponibile solo in un numero limitato di posti, quindi è necessario verificare presso la compagnia aerea, che informerà degli eventuali requisiti o limiti del caso. Se è disponibile una fonte di alimentazione, sarà possibile alimentare la macchina PAP a bordo dell'aeromobile. La compagnia aerea comunicherà il tipo di presa disponibile sul volo e si potranno eventualmente acquistare gli adattatori necessari.

Nota: il tipo di presa elettrica oggi più diffuso sugli aerei è l'EmPower. È possibile acquistare un adattatore da EmPower a 12 V e collegare la macchina PAP utilizzando il cavo c.c. schermato Philips cod. 1097568 per la Serie 60 e cod. 1001956 per la Serie 50 o le precedenti.
 

Per saperne di più sui viaggi con l'apparecchiatura CPAP

Suggerimenti sulla maschera per la terapia

Come si fa a sapere quando la maschera è usurata?

Come si fa a sapere quando la maschera è usurata?

Poiché le maschere sono riutilizzabili, è necessario sostituirle periodicamente quando mostrano segni di usura. Ispezionare la maschera per verificare che non presenti rigidità, incrinature o fessure. Inoltre richiedere informazioni al proprio fornitore di assistenza domiciliare per le opzioni di sostituzione coperte dal SSN

Cosa fare se gli occhi fanno male, sono asciutti, irritati o gonfi?

Cosa fare se gli occhi fanno male, sono asciutti, irritati o gonfi?

Potrebbero esservi perdite dalla maschera. Provare ad allontanare la maschera dal viso tirandola e poi riposizionala. La maschera potrebbe essere troppo stretta, provare a regolare le cinghie delle bretelle di fissaggio.

Cosa fare se la pelle si irrita, oppure compaiono dei lividi o dei segni sul viso?

Cosa fare se la pelle si irrita, oppure compaiono dei lividi o dei segni sul viso?

La maschera potrebbe essere troppo stretta. Se è dotata di un sistema di appoggio frontale o di una funzione di regolazione, provare in primo luogo a regolarla. In seguito, se necessario, regolare le cinghie delle bretelle di fissaggio. La maschera utilizzata potrebbe essere di dimensioni non adeguate. Rivolgersi al proprio fornitore di assistenza domiciliare per verificare la calzata della maschera. Forse una maschera facciale totale o con cuscinetti nasali potrebbe essere più indicata.

Cosa fare in caso di naso e gola asciutti, naso congestionato, epistassi (sangue da naso)?

Cosa fare in caso di naso e gola asciutti, naso congestionato, epistassi (sangue da naso)?

Questa condizione può migliorare nel tempo. Consultare il medico per farsi prescrivere l'umidificazione. Chiedere al medico se potrebbe essere utile uno spray nasale. Se il problema persiste consultare di nuovo il medico.

Cosa fare in caso di bocca asciutta?

Cosa fare in caso di bocca asciutta?

Probabilmente si dorme con la bocca aperta. Provare a usare una mentoniera. Se la mentoniera non è d'aiuto, prendere in considerazione una maschera oronasale oppure consultare il medico per valutare se sia il caso di aggiungere l'umidificazione riscaldata.

Cosa fare se si avverte una sensazione di gonfiore e pienezza al risveglio la mattina?

Cosa fare se si avverte una sensazione di gonfiore e pienezza al risveglio la mattina?

Provare a dormire con la testa sollevata o a utilizzare una mentoniera per evitare di respirare con la bocca. Questa condizione può migliorare nel tempo.

Come comportarsi se sembra che la maschera perda?

Come comportarsi se sembra che la maschera perda?

Provare a controllare tutti i collegamenti. La maschera potrebbe essere troppo stretta. Se è dotata di un sistema di appoggio frontale o di una funzione di regolazione, provare in primo luogo a regolarla. In seguito, se necessario, regolare le cinghie delle bretelle di fissaggio. La maschera utilizzata potrebbe essere di dimensioni non adeguate. Rivolgersi al proprio fornitore di assistenza domiciliare per verificare la calzata della maschera. Forse una maschera facciale totale o con cuscinetti nasali potrebbe essere più indicata.

La maschera sembra sporca. Come fare per pulirla?

La maschera sembra sporca. Come fare per pulirla?

È molto importante pulire la maschera ogni giorno nell'ambito di una corretta manutenzione. Segue la spiegazione di tre semplici passaggi per mantenerla pulita:
- La maschera dev'essere smontata come descritto nelle Istruzioni d'uso. Lavare la maschera e i relativi componenti con acqua calda e sapone neutro, lasciali asciugare ad aria. Evitare i saponi contenti agenti idratanti. Non utilizzare candeggina, alcool o soluzioni detergenti contenenti alcool.
- Lavarsi bene il viso prima di utilizzare la maschera. Evitare di usare lozioni prima di indossarla.
- Ispezionare la maschera. Sostituirla se il cuscinetto si indurisce o se sono presenti parti danneggiate.

Che funzione ha la maschera utilizzata con il dispositivo terapeutico?

Che funzione ha la maschera utilizzata con il dispositivo terapeutico?

Le maschere vengono utilizzate per erogare al paziente l'aria emessa dal dispositivo terapeutico. Che la maschera sia confortevole è un elemento essenziale per praticare il trattamento ogni giorno. Pertanto è importante trovare una maschera che risponda alle esigenze e allo stile di vita di chi la indossa. La maggior parte della maschere sono dotate di porte espiratorie che scaricano l'aria espirata. Per informazioni sui vari tipi di maschere e bretelle di fissaggio disponibili è possibile parlare con il proprio fornitore di assistenza domiciliare.

Qual è lo scopo di utilizzare una mentoniera con la maschera?

Qual è lo scopo di utilizzare una mentoniera con la maschera?

Le mentoniere sono accessori opzionali utilizzabili con una serie di maschere nasali e con cuscinetti nasali. Si fissano attorno alla parte superiore della testa e sotto il mento per impedire l'apertura della bocca di notte.

 

Per saperne di più sugli accessori dei dispositivi

Come si fa a sapere quando è ora di sostituire la maschera?

Come si fa a sapere quando è ora di sostituire la maschera?

La sostituzione dell'apparecchiatura ha un ruolo importante nel mantenere l'efficacia della terapia del sonno. Vi sono alcuni fattori da tenere in considerazione per quanto riguarda la sostituzione della maschera:

 - deterioramento della guarnizione

 - calzata non corretta

 - danni derivanti da una pulizia non corretta.

 

Ulteriori informazioni sulla sostituzione dell'apparecchiatura

Quali sono i prodotti per la pulizia da non utilizzare per la maschera?

Quali sono i prodotti per la pulizia da non utilizzare per la maschera?

È bene evitare saponi con agenti ammorbidenti o idratanti. Non utilizzare candeggina, alcool o soluzioni detergenti contenenti alcool.

Come si puliscono le bretelle di fissaggio della maschera?

Come si puliscono le bretelle di fissaggio della maschera?

Non è necessario rimuovere le bretelle di fissaggio per la pulizia giornaliera. È tuttavia bene lavarle una volta alla settimana o secondo necessità. Si possono lavare a mano in acqua saponata tiepida. Farle asciugare stese in piano o appese. Non inserirle nell'asciugatrice.
 

Ulteriori informazioni sulla cura del dispositivo

Come ci si deve comportare se la maschera causa irritazioni cutanee?

Come ci si deve comportare se la maschera causa irritazioni cutanee?

Potrebbe essere troppo stretta. Se è dotata di un sistema di appoggio frontale o di una funzione di regolazione, provare in primo luogo a regolarla. In seguito, se necessario, regolare le cinghie delle bretelle di fissaggio. La maschera utilizzata potrebbe essere di dimensioni non adeguate. Rivolgersi al proprio fornitore di assistenza domiciliare per verificare la calzata della maschera. Forse una maschera facciale totale o con cuscinetti nasali potrebbe essere più indicata. Tenere presente che non è necessario evitare qualsiasi perdita e che la maschera non dev'essere a completa tenuta d'aria.

Cosa si può fare se si soffre di claustrofobia quando si indossa la maschera?

Cosa si può fare se si soffre di claustrofobia quando si indossa la maschera?

Provare a indossare la maschera in casa di sera mentre ci si dedica alle attività consuete, così si potrebbe iniziare a sentirsi più a proprio agio. Se si continua a soffrire di claustrofobia, il terapista respiratorio potrà fornire assistenza per trovare una maschera che risulti più comoda.