Philips ha stabilito che la schiuma può deteriorarsi in determinate circostanze, influenzate da fattori quali l'uso di metodi di pulizia non approvati, come l'ozono*, e da determinate condizioni ambientali che comportano un livello elevato di umidità e temperatura.

 

Le condizioni ambientali che possono essere una delle cause di questo problema si riferiscono al clima e alle temperature dei paesi in cui i dispositivi vengono utilizzati e immagazzinati.

 

Questo fattore non si riferisce al calore e all'umidità generati dal dispositivo per l'uso da parte del paziente.

 

*Potenziali rischi associati all'uso di ozono e prodotti a luce ultravioletta (UV) per la pulizia di macchine e accessori CPAP: comunicazione di sicurezza della FDA.