Il cuore di Tommaso.
Uno sguardo da vicino.

Tommaso

Scopri l'emozionante storia di Tommaso, un bambino guarito da un difetto cardiaco congenito grazie alla partnership tra Philips ed il Policlinico San Donato

Guarda il video

Per saperne di più  

Per saperne di più

La storia di Tommaso

 

La malattia di Tommaso era quasi completamente asintomatica e non stava limitando la sua vita quotidiana. Solo dopo una passeggiata in montagna o dopo una delle tante corse – Tommaso è un aspirante calciatore provetto - avvertiva una forte sensazione di affaticamento. Per questo, dopo accurati esami, è stata accertata la diagnosi di difetto interatriale (un’anomalia in cui i due atri del cuore comunicano) e di ritorno venoso polmonare anomalo parziale (una connessione anomala delle vene polmonari). Tommaso è stato sottoposto a un intervento chirurgico nel giugno del 2016 con l’obiettivo di correggere i difetti cardiaci congeniti, chiudendo il difetto interatriale e ristabilendo la connessione tra le vene polmonari destre e l’atrio sinistro.

 

Dopo l'intervento chirurgico, però, nel dicembre dello stesso anno, alcuni esami ecocardiografici seriati hanno rivelato che c'era un’ostruzione della vena cava superiore e, dopo ulteriori indagini, si è deciso di portare Tommaso in sala di emodinamica per fare il cateterismo cardiaco, verificare le pressioni nei vari distretti ed eseguire studi angiografici con lo scopo di risolvere il problema. Ancora una volta, le sue condizioni erano quasi asintomatiche: Tommaso aveva solo qualche pulsazione alla testa, mal di testa sotto stress e una sensazione di "gonfiore".

 

Alla fine, è stato impiantato uno stent per dilatare la vena cava superiore, risolvendo la problematica insorta dopo il precedente intervento chirurgico.

Ora Tommaso sta bene, ha ripreso una vita assolutamente normale e attiva come tutti i bambini della sua età: ora gioca regolarmente a tennis, corre, scia, guida il go-kart e naturalmente non ha mai abbandonato il calcio e la sua Inter.

La tecnologia al cuore della cura

 

Rompere le barriere significa per noi di Philips adottare un approccio trasversale e interconnesso in grado di superare i silos che bloccano l’innovazione e il progresso del sistema sanitario. Al “cuore” di questo processo poniamo la nostra tecnologia: una tecnologia all’avanguardia capace di garantire un’esperienza clinica approfondita e una sempre più accurata analisi dei dati. L’innovazione tecnologica diventa quindi quel fattore abilitante in grado di connettere dati, medico e paziente in una triangolazione virtuosa per aprire le frontiere di una sanità davvero integrata. E il concetto di integrazione non può prescindere da una gestione dei dati condivisa: tutte le figure del sistema sanitario sono chiamate a collaborare al fine di coordinare la cura in maniera efficace ed efficiente, condividendo ad esempio gli esiti delle analisi e di dati e accordandosi sui percorsi assistenziali. E questo approccio è stato vitale nella storia di Tommaso.

 

Non solo tecnologia e innovazione. Il progresso non esiste senza persone in grado di riconoscerne il valore e accoglierlo. È quello che è successo con il Gruppo Ospedaliero San Donato: abbiamo trovato un terreno fertile nella nostra comune visione, nella consapevolezza di mettere il paziente al centro e di trovare per lui le migliori soluzioni di cura all’insegna dell’eccellenza tecnologica e delle competenze di medici come il Prof. Mario Carminati, Responsabile dell’Unità Operativa di Cardiologia Pediatrica e Congeniti Adulti del Policlinico San Donato.

 

Il fattore essenziale per il buon funzionamento di un cathlab sono le persone e l'alta qualità delle attrezzature angiografiche ed ecocardiografiche. Oltre a questo, il valore aggiunto importante è la possibilità della fusione dell'informazione che abbiamo dalla fluoroscopia e dall'ecocardiografia: per il trattamento di vari difetti congeniti o acquisiti, ad esempio, questo sicuramente dà dei vantaggi in termini di maggiore sicurezza, di maggiore efficacia delle procedure e, quindi, di migliori risultati.

Quindi, perché scegliere attrezzature Philips da usare nella sala emodinamica? Per il semplice fatto che garantiscono un'eccellenza sia dell'imaging fluoroscopico che delle angiografie e dell'eco cardiografia che possono essere integrate in maniera ottimale per l'esecuzione degli esami. La fusione delle informazioni delle varie metodiche di imaging che si possono utilizzare contemporaneamente è cruciale per avere il massimo delle informazioni. E Philips è un'azienda in grado di offrire queste opportunità.”

Prof. Mario Carminati

Responsabile dell’Unità Operativa di Cardiologia Pediatrica e Congeniti Adulti

L’unione perfetta di uomo e macchina. Anche questa è cura senza interruzioni e senza barriere.
 

Philips e Gruppo Ospedaliero San Donato: una partnership a 360°

 

Per passare dall’ottica transazionale alla partnership, che per noi significa co-creation e realizzazione di soluzioni integrate insieme ai nostri partner, dobbiamo abbattere i silos e le barriere, sia all’interno della nostra organizzazione che nella gestione del rapporto con i nostri clienti.

Eravamo abituati ad avere discussioni di breve termine: “Ho bisogno di un prodotto”, “Questo è il prodotto”. Oggi ci stiamo spostando in una discussione sulla soluzione complessiva. E quindi guardando più a lungo termine, trovare la soluzione che va molto al di là del prodotto.”

Stefano Folli

Presidente & CEO di Philips Italia, Israele e Grecia

Con il Gruppo Ospedaliero San Donato abbiamo subito trovato un terreno fertile di collaborazione che risiede nelle nostre comuni mission: migliorare la vita delle persone lungo tutto il continuum of care, dalla prevenzione alla diagnosi, fino al trattamento e all’home care. Inoltre Philips e Gruppo Ospedaliero San Donato condividono un focus marcato sulla cardiologia, che rappresenta un asset strategico di primaria importanza per Philips.

 

E per migliorare ancora di più l’eccellenza nella cardiologia, sia degli adulti che pediatrica, abbiamo lavorato insieme per costruire due nuovi Cath Lab che rappresentassero la soluzione eccellente alle sfide che vediamo di fronte a noi nel prossimo futuro, che convergono nell’urgenza di efficienza a fronte di risorse sempre più limitate e di una domanda sempre maggiore da parte dei pazienti.

 

Il miglioramento dell’efficienza complessiva è la chiave per migliorare i risultati perché un recupero complessivo di efficienza dà la possibilità di avere a disposizione maggiore capacità di investimento che può essere allocata a ulteriore tecnologia che di per sé aumenta la capacità di generare ulteriore efficienza. Si genera così un loop positivo di miglioramento dell’outcome per tutti gli attori coinvolti nel patient journey.

 

I medici vogliono salvare più vite, curare più persone e affrontare delle sfide cliniche sempre più importanti. La C-suite dell’ospedale vuole migliorare gli outcome, ma nel frattempo rendere la struttura più profittevole, farla crescere, e quindi deve anche ridurre i costi. E il paziente ha il diritto di ricevere un percorso di cura risolutivo e all’altezza delle proprie esigenze e aspettative.

 

Noi in Philips cerchiamo di mettere insieme tutto questo, aprendo la strada a un’innovazione concreta, totale e sostenibile in grado di supportare il sistema sanitario verso la sanità del futuro. A partire da oggi.

Il Policlinico San Donato

 

  • Parte del Gruppo Ospedaliero San Donato, primo gruppo ospedaliero italiano con una rete di 18 ospedali e più di 5.000 medici in grado di servire oltre 4 milioni di pazienti ogni anno.

 

  • Fondato nel 1969, è un'azienda sanitaria polispecialistica di eccellenza in ambito cardiovascolare, che ha realizzato il maggior numero di interventi di chirurgia cardiaca in Italia (oltre 1500 per anno).

  • 14 centri ad alta specialità e molteplici Unità Operative Specialistiche

  • 430 letti accreditati, 14 sale operatorie, di cui 4 in Unità Multispecialistica e 5 Unità Cardiovascolari e un Pronto Soccorso funzionale e dotato delle strumentazioni più all’avanguardia
Doctors at work
Policlinico San Donato
Cardiology for children
Customer Story from San Donato

Scopri tutte le soluzioni Philips in ambito cardiologico

Informazioni sui contatti

* Questo campo è obbligatorio

Informazioni personali

*
*
*

Informazioni aziendali

*
*
*
*
*
*
*

Informazioni commerciali

Specificando il motivo del contatto potremo fornirle un servizio migliore.
*
*
*