1
A forma di mamma

Le 10 domande più comuni sulle prime settimane di vita del tuo bambino

L’arrivo di un bimbo è uno degli eventi più importanti ed emozionanti della tua vita, ma spesso può essere anche travolgente.

 

Per rispondere al meglio alle domande e preoccupazioni che ogni mamma si pone durante le prime settimane di vita del proprio bambino, Philips Avent ha collaborato con l’ostetrica Vicki Scott.


Ecco le risposte dell’esperta:

Mamma e papà che guardano il proprio ben

1. Il mio bambino sta ricevendo latte a sufficienza?

I neonati mangiano a ritmi diversi, alcuni richiedono una nutrizione breve e frequente, altri preferiscono meno poppate però per un tempo più lungo. In generale, se allatti il tuo bambino ogni volta che lo richiede, guadagnerà un peso appropriato e bagnerà e sporcherà un numero elevato di pannolini. Inoltre, se dorme bene, mangia regolarmente ed è contento quando è sveglio, significa che sta ricevendo latte a sufficienza. Comunque, ricorda che se il bimbo è irrequieto, non sempre la causa è la fame.

 

2.Il mio bambino ha troppo caldo o freddo?

Cerca di tenere il tuo bambino a una temperatura confortevole. Una temperatura tra i 16-20°C è adeguata per un abbigliamento leggero in cotone e lenzuola. Controlla regolarmente il tuo bimbo per assicurarti non abbia troppo caldo – lo puoi tranquillamente notare toccando il suo petto o dietro al collo. Se la pelle è troppo calda o sudata, rimuovi uno strato dell’abbigliamento. Se invece senti che è fresco e irrequieto, allora aggiungi uno strato.

 

3.Quanti strati di indumenti devo far indossare al bambino?

Questo dipenderà dalla stagione e dal tempo, naturamente. Un ottimo modo per iniziare, è vestire il tuo bimbo uno strato in più rispetto a quanto sei vestita tu. Ad esempio, se tu indossi un paio di leggins, una maglia e un paio di calzini, allora per il tuo bambino potrebbe essere sufficiente una tuta intera e una canottiera sotto. Se invece senti freddo è indossi una felpa, allora aggiungine una anche all’outfit del tuo bambino. Ricordati che i bambini non dovrebbero mai indossare un cappellino nei posti chiusi e ogni volta che rientri in casa dalla passeggiata o dai luoghi aperti, togli coperte e abbigliamento pesante, anche se il bimbo dorme.

 

4.Quando possiamo portare fuori il bambino?

Potete portare fuori il bambino appena vi sentite pronti, non c’è alcuna fretta. Fintanto che il vostro bambino è sano e si sente bene e avrete preso la giusta confidenza, potrete avventurarvi fuori già nei primi giorni. L’aria fresca farà a tutti bene. Prendetela comunque con calma e iniziate con passeggiate brevi – vi sorprenderete nello scoprire quanto sia faticoso!

 

5.Quali prodotti utilizzo per l’igiene personale del mio bambino?

Si consiglia di non utilizzare nessun articolo da toeletta per il vostro bambino per almeno il primo mese. La pelle del neonato è molto permeabile e sensibile e la semplice acqua di rubinetto è quanto serve all’inizio. Se necessario, utilizzate una crema protettiva per il cambio pannolino, ma evitate creme idratanti, saponi, shampoo e così via, anche se i prodotti sono apposta per bambini perché eliminano gli oli naturali protettivi dalla pelle del neonato.

 

6.Dovremmo svegliare il bambino per dargli da mangiare?

Se allatti su richiesta del bambino, nelle prime settimane continua la modalità che utilizzi durante il giorno e nutri il bambino quando si sveglia. Mantieni le poppate notturne calme e tranquille e le luci soffuse, per insegnare al neonato la differenza tra il giorno e la notte.

Se il bambino sta acquisendo peso sufficiente e non chiede la poppata notturna, allora non occorre svegliarlo. Se invece prende peso lentamente, ha l’itterizia o altri problemi, allora vi consiglieranno di svegliare il bambino durante la notte al fine di assicurare un’assunzione di latte adeguata alle sue esigenze. Discutete di questi problemi con il medico durante i checkup di salute.

 

7.Quanto peso dovrebbe acquisire il bambino?

É comune nei neonati la perdita di un po’ di peso nei primi giorni di vita. Cominceranno a guadagnare di nuovo peso appena entreranno in contatto con il latte materno. In quei primi giorni sarai sotto l’osservazione e la cura della tua ostretica o medico fino a quando non avrà ripreso peso e la poppata si sarà stabilizzata. Dopodiché il peso che dovrà prendere sarà di circa 150-200 grammi a settimana nei primi quattro mesi, ma ricordati che la crescita varia molto, è soggettiva per ogni bambino. Il medico ti consiglierà in relazione alle necessità del tuo piccolo.

 

8.Cosa posso mangiare/bere se sto allattando al seno?

La buona notizia è che non c’è nulla in particolare che devi mangiare durante il periodo dell’allattamento al seno e potrai rilassarti un po’. In ogni caso, è essenziale per il proprio benessere una dieta nutriente, variegata ed equilibrata mentre ti stai riprendendo dal parto e accudisci il tuo piccolo. Evita di bere bevande zuccherate o troppa caffeina e prendi in considerazione l’idea di integrare la vitamina D.

 

9.Cosa può fare il papà per aiutare la mamma?

L’arrivo di un bimbo è un momento emozionante e sconvolge la vita anche del papà; mentre lui vorrebbe essere d’aiuto e sentirsi coinvolto, potrebbe pensare che sia tutto compito della mamma, specialmente nel momento del’allattamento al seno. Tuttavia c’è molto da fare quando si accudisce un neonato, oltre alla nutrizione, tra cu fargli fare il ruttino, vestirlo, cambiargli il pannolino, fargli il bagnetto, coccolarlo, metterlo a letto. Assicurati di dare al papà il giusto spazio con il suo piccolo e ti accorgerai che il legame crescerà.

 

10.Quando il nostro bambino inizierà a dormire tutta la notte?

La domanda del secolo! Questo dipende da una serie di cose, come ad esempio l’età del bimbo, il peso, come e quanto dorme durante il giorno, capacità di auto-calmarsi, l’ambiente in cui dorme e il tuo modo di fare il genitore. Generalmente è normale per i bambini svegliarsi di notte per mangiare o per cercare attenzioni nei primi sei mesi di vita. Dopodiché, se le sveglie del bambino durante la notte diventano ingestibili, parlate con un professionista poiché ci sono diversi metodi che aiutano ad allungare le ore di sonno durante la notte.

 

Se hai altre domande e preoccupazioni, ricordati che i tuoi amici, la famiglia, l’ostetrica, le persone che ti vengono a fare visita e i nonni possono aiutarti e darti il loro supporto.

 

Quali sono invece i consigli che dareste voi alle altre mamme per quanto riguarda le prime settimane di vita del loro neonato? Condividite le vostre idee e pensieri con le altre mamme sulla pagina Facebook di Philips Avent.

 

Vicky Scott
Ostetrica

Entra a far parte del Club My Baby & Me