Future Health Index 2019

Come cambia la cura?

Uno studio per esplorare l’impatto della digital health su pazienti e professionisti sanitari

Tecnologie innovative come la cartella clinica elettronica (CCE) e la telemedicina influenzano positivamente i risultati sanitari e la soddisfazione professionale degli operatori è quanto emerge dal Future Health Index 2019. L’indagine, giunta alla sua quarta edizione, si concentra sul ruolo che la digital health technology svolge nel migliorare sia l’esperienza di cura dei pazienti sia quella dei professionisti del settore sanitario. 

FHI2019

L’Italia prima in Europa

 

Ne emerge un quadro che vede il nostro Paese al primo posto in Europa e tra i primi al mondo per l’utilizzo delle tecnologie digitali da parte dei professionisti sanitari - l’88% di questi dichiara infatti di aver utilizzato digital health technology o app nel proprio ospedale o studio, contro una media FHI del 78% – ma ancora in ritardo sul terreno della condivisione dei dati, della cartella clinica elettronica (CCE) e della telemedicina.

 

Percentuale di professionisti sanitari che oggi utilizzano qualsiasi tipo di digital health technology o app sanitaria.

Professionisti sanitari attivi e tecnologicamente preparati


Alcuni professionisti sanitari in Italia si stanno adattando alle nuove metodologie di lavoro e stanno iniziando
a riconoscere i vantaggi della sanità digitale per se stessi e per i pazienti. Tuttavia, è necessario fare di più affinché i professionisti sanitari siano in grado di sfruttare al massimo il potenziale delle tecnologie digitali in tutti gli aspetti del proprio lavoro, promuovendo l’utilizzo di questi metodi verso pazienti e colleghi.

 

Se da un lato la digital health technology è molto utilizzata dai professionisti sanitari italiani, c’è ancora terreno da recuperare sul versante della cartella clinica elettronica (CCE), utilizzata solo dal 57% dei professionisti (media FHI del 76%).

Potere ai pazienti! Più accesso ai dati, più controllo, più proattività.

 

Se l’utilizzo delle tecnologie digitali da parte dei professionisti svolgerà un ruolo chiave nella trasformazione dei servizi di assistenza sanitaria, sarà altrettanto importante comprendere le esigenze dei pazienti e l’impatto positivo che la tecnologia può produrre sulla loro esperienza.

 

I pazienti vogliono esercitare un maggiore controllo e disporre di informazioni su tutti gli aspetti della loro vita, come dimostra il fatto che il 76% che non ha o non sa di disporre dell’accesso alla propria cartella clinica elettronica dichiara di volerlo. Il 91% degli italiani che hanno accesso ai propri dati è disposto a garantirlo anche al professionista sanitario e il 43% degli stessi si definisce proattivo, contro il 28% tra quanti non hanno accesso.

Individuals who do not have access to their digital health record 

76% dei pazienti che non ha o non sa di disporre dell'accesso alla propria cartella clinica elettronica dichiara di volerlo.

Individuals with access to their digital health record

91% degli italiani con accesso ai propri dati è disposto a garantire l'accesso anche ai professionisti sanitari.

Future Health Index (FHI) 2019

Le indagini del Future Health Index si sono svolte dal 4 marzo al 19 maggio 2019 in 15 paesi (Australia, Brasile, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Paesi Bassi, Russia, Arabia Saudita, Singapore, Sudafrica, Polonia, Regno Unito e Stati Uniti) nella loro lingua madre. Il sondaggio è stato condotto online e offline (in base alle esigenze di ciascun mercato) con una dimensione del campione pari a 1.000 per mercato per gli individui (popolazione generale) e 200 per mercato per gli operatori sanitari. Le uniche eccezioni hanno riguardato gli Stati Uniti e la Germania, che avevano ciascuno campioni leggermente più grandi di operatori sanitari. Per la popolazione generale, il sondaggio è rappresentativo in base a dati demografici chiave, ad es. età, genere, regione, tipo di località (rurale / urbano), reddito / SEL / istruzione ed etnia (dove il caso lo ha richiesto). Ciò è stato ottenuto attraverso un mix di bilanciamento e ponderazione. In Arabia Saudita e in Brasile, il sondaggio è rappresentativo a livello nazionale della popolazione online. La durata del sondaggio è stata di circa 15 minuti per Stati Uniti, Germania e Paesi Bassi e di circa 10 minuti per i rimanenti mercati. Il campione totale del sondaggio comprende 3.194 professionisti sanitari (definiti come coloro che lavorano nell'assistenza sanitaria come medico, chirurgo, infermiere, con una varietà di specializzazioni) e 15.114 individui che rappresentano la popolazione generale adulta.