Cura della mamma e bimbo
Cura della mamma e bimbo
Philips AVENT - Common baby health complaints

Problemi di salute comuni nei bambini

Esistono numerosi disturbi di minore entità che possono colpire i neonati; benché la maggior parte di questi sia facilmente curabile, possono comunque destare un po' di preoccupazione nei genitori inesperti. Ecco una guida utile ai problemi di salute più comuni nei bambini.

Philips AVENT - Common baby health complaints

Irritabilità e coliche

A molti neonati capita durante la giornata di essere irritabili e di piangere intensamente senza essere affamati. Spesso si tratta di coliche, un disturbo che di solito si verifica nel tardo pomeriggio o di sera e che generalmente si riduce intorno ai cinque mesi di età.

Poiché le cause delle coliche sono sconosciute, può essere difficile curarle e spesso aiuta semplicemente cercare di calmare il bimbo, confortarlo o massaggiarlo. Per altri suggerimenti su come aiutare il tuo bimbo a superare questa fase difficile, consulta la nostra sezione sulle coliche.

Rigurgito

I rigurgiti sono comuni nella maggior parte dei neonati. Una piccola quantità di latte risale nella bocca dallo stomaco senza causare alcun effetto nocivo. I neonati che rigurgitano in piccole quantità aumentano comunque di peso, crescono in modo normale e alla fine supereranno questa fase.

Vomito

Quando il tuo bimbo vomita, notevoli quantità di latte possono risalire dallo stomaco. Questo può verificarsi a causa di sovralimentazione o di un'infezione. Se il tuo bimbo vomita a getto, rivolgiti a un professionista della salute.

Reflusso o reflusso gastroesofageo

Se il tuo bimbo soffre di reflusso, il contenuto dello stomaco risale nell'esofago, ma non sempre nella bocca. Questo può causare fastidio, ma si tratta di un problema difficile da individuare.

Una forma di reflusso/rigurgito più grave è denominata malattia da reflusso gastroesofageo (o GERD, Gastro-oEsophageal Reflux Disease) e può essere episodicamente accompagnata da grida da parte del bambino. Questa malattia di solito si risolve con il tempo, ma continua per tutto il primo anno di età del bimbo, o in alcuni casi anche oltre.

La malattia da reflusso gastroesofageo può essere gestita con frequenti poppate poco abbondanti nel corso della giornata. Prova ad allattare il tuo piccolo in quantità inferiori ogni tre ore, anziché ogni quattro ore. Per i bimbi allattati al seno, può essere utile posizionarli o farli attaccare al seno in modo ottimale.

Il professionista della salute può suggerire una pappa più densa se il tuo bimbo usa il latte in polvere o prescrivere un leggero medicinale antireflusso.

La malattia da reflusso gastroesofageo può inoltre essere causata da un'intolleranza alle proteine del latte vaccino; in tal caso, il pediatra potrebbe prendere in considerazione una dieta priva di proteine del latte.

Diarrea e gastroenterite

La diarrea è comune nei bimbi, in particolare in quelli che soffrono di dentizione dolorosa.

Gastroenterite

La gastroenterite è causata da infezioni virali o batteriche ed è più frequente nei bimbi allattati con latte in polvere, poiché vi sono maggiori possibilità di contaminazione batterica durante la preparazione della pappa. I bimbi al di sotto dei sei mesi sono particolarmente vulnerabili alla gastroenterite e la conseguente disidratazione può richiedere il ricovero ospedaliero.

La gastroenterite è rara nei bimbi allattati esclusivamente al seno, ma se viene contratta, è necessario proseguire con l'allattamento poiché potrebbe verificarsi una disidratazione. I casi più gravi possono richiedere l'aggiunta per via orale di fluidi per la reidratazione.

La diarrea continua in seguito a gastroenterite acuta può essere associata a un'intolleranza temporanea al lattosio. Si consiglia di continuare ad allattare al seno, ma per i bimbi che assumono latte in polvere potrebbe essere necessario usare del latte privo di lattosio. Se stai svezzando il tuo bimbo, chiedi consiglio prima di escludere i cibi contenenti latte e lattosio. Tale scelta è praticabile solo sotto la supervisione di un medico e dietro consiglio di un dietologo.

Costipazione

La costipazione è data da defecazione (passaggio delle feci) difficile, tarda o dolorosa.

Nei primi tre o quattro mesi, le feci dei bimbi dovrebbero essere frequenti, fluide, di colore giallo vivo e prodotte almeno due o tre volte al giorno. Dal terzo al quarto mese, le feci si fanno meno frequenti e non è raro che un bimbo non ne produca per diversi giorni. Se il bimbo sta bene e non è infastidito, non c'è da preoccuparsi. Quando si introducono i cibi solidi, le feci potrebbero cambiare in frequenza e colore.

La costipazione è rara nei bimbi allattati al seno, ma se il tuo bimbo è costipato, potrebbe attaccarsi male oppure non essere correttamente posizionato, assumendo così quantità insufficienti di latte. Verifica con l'ostetrica o con il medico se il bimbo è ben posizionato e se è in grado di attaccarsi bene al seno.

La costipazione è più frequente nei bimbi allattati con il latte in polvere e può svilupparsi nei bimbi che passano dall'allattamento al seno al latte in polvere. Una delle cause sono i sali di calcio nel latte in polvere, che in alcuni bimbi possono indurire le feci. Altre possibile cause: 

•    Latte in polvere troppo concentrato
•    Assunzione insufficiente di liquidi, tra cui malnutrizione
•    Intolleranza alle proteine del latte vaccino

Come gestire la costipazione nei bimbi alimentati con il latte in polvere:

  • Assicurati che il tuo bimbo si nutra a sufficienza
  • Controlla che il latte in polvere sia preparato secondo le istruzioni del produttore
  • Prova a passare dal latte in polvere a base di caseina (latte di tipo 2) a quello a base di siero (latte di tipo 1)
  • Prova a passare a una formula di latte in polvere modificata per problemi digestivi, poiché le quantità di grassi in tali tipi di latte in polvere variano
  • Quando fa molto caldo, dai al tuo bimbo delle bevande aggiuntive a base di acqua bollita e raffreddata
  • Se stai svezzando il tuo bambino, accertati di fargli seguire una dieta di svezzamento bilanciata che comprenda frutta, verdure e cereali come fiocchi d'avena, Weetabix e Shreddies. La crusca non è adatta ai bambini.
  • Assicurati inoltre che beva durante i pasti.

Se la costipazione persiste, consulta un professionista della salute.

Crescita rallentata

Se il tuo bimbo non assume abbastanza latte, probabilmente non crescerà come previsto. I bimbi perdono peso nei primi giorni di vita, ma lo riacquistano entro 10 o 14 giorni.

I bimbi allattati al seno e con il latte in polvere seguono schemi di crescita leggermente diversi nel corso del primo anno di età. Rispetto ai bimbi allattati con latte in polvere, i bimbi allattati al seno crescono più velocemente nei primi tre o quattro mesi, quindi rallentano intorno al quinto mese. 

Non è necessario pesare i bimbi più di una volta ogni due settimane, poiché intervalli più brevi non necessariamente offrono una misurazione precisa della perdita o dell'aumento di peso.

I segni di una crescita rallentata sono:

•    Aumento di peso scarso, irregolare o assente
•    Il bimbo è apatico e piange in modo debole
•    Il tono muscolare è scarso e la pelle non è ben tesa
•    Urina concentrata poche volte al giorno
•    Feci poco frequenti
•    Meno di otto brevi allattamenti al seno al giorno.

Come gestire la crescita rallentata nei bimbi allattati al seno

  • Il tuo bimbo deve essere allattato almeno otto volte ogni 24 ore (inclusa la notte).
  • Dovresti allattare il piccolo finché non si stacca spontaneamente dal seno. Se ha sonno, potresti cambiargli il pannolino per svegliarlo e quindi allattarlo all'altro seno.
  • Cerca di tenere il bimbo a contatto con la tua pelle il più spesso possibile.
  • Prova a estrarre il latte dal seno al termine della poppata. Se svuoti completamente il seno, produrrai più latte alla prossima poppata.
  • Una posizione diversa, ad esempio sotto l'ascella o da sdraiati, potrebbe aiutare il tuo bimbo a nutrirsi in modo più efficace.
  • Se il bimbo ha sonno o non ha appetito, potrebbe essere necessario estrarre il latte per un periodo di tempo e allattare il piccolo con il latte estratto con un biberon o una tazza, finché non produce feci gialle in modo frequente e finché non risulta più vigile. A questo punto, puoi ricominciare ad allattarlo al seno.
  • Cerca di stare più calma possibile, poiché qualsiasi tipo di stress o ansia possono ridurre la tua produzione di latte.

Come gestire la crescita rallentata nei bimbi allattati con latte in polvere:

  • Assicurati di utilizzare il tipo di latte in polvere appropriato e di prepararlo in modo corretto.
  • Verifica se le dimensioni della tettarella sul biberon sono corrette

Se il tuo bimbo è nato prematuro, continua a usare il latte in polvere per bimbi prematuri o a elevato apporto energetico, come indicato dal pediatra o dal dietologo.

Ti ricordiamo che le informazioni presentate in questi articoli vanno intese come consigli generici e non sostitutivi del parere professionale del medico. Se tu, la tua famiglia o il tuo bimbo soffrite di sintomi o condizioni gravi o persistenti o hai bisogno di una consulenza medica specifica, ti invitiamo a rivolgerti a un professionista. Philips AVENT non è responsabile per qualsiasi danno derivante dall'utilizzo delle informazioni fornite sul sito Web.

Scopri un mondo esclusivo di offerte e consigli per te


Iscriviti alla Community Philips Avent per ricevere offerte speciali e suggerimenti per la tua gravidanza e per il tuo piccolo.

 

Iscriviti alla newsletter Philips Avent

Prodotti correlati

Consigli correlati

Allergie alimentari nei bambini

Allergie alimentari nei bambini

Allergie al latte

Allergie al latte

Effetti benefici dell'allattamento al seno

Effetti benefici dell'allattamento al seno

I vantaggi dell'estrazione

I vantaggi dell'estrazione