Philips pubblica i risultati del secondo trimestre 2016.

 

Una crescita comparabile delle vendite pari al 3% per un totale di 5,9 miliardi di Euro, un miglioramento del 9% dell’EBITA rettificato, 544 milioni di Euro, e un utile netto di 431 milioni di Euro

luglio 25, 2016

Evidenze secondo trimestre

 

  • Le vendite comparabili del portafoglio Healthtech continuano a crescere del 5%
  • L'EBITA rettificato ammonta a 544 milioni di Euro, raggiungendo il 9,3 % delle vendite, rispetto all’8,4% delle vendite nel Q2 2015
  • L’EBITA è pari a 464 milioni di Euro, ossia il 7,9% delle vendite, rispetto al 7,5% delle vendite nel Q2 2015
  • L’utile operativo (EBIT) ammonta a 376 milioni di Euro, rispetto ai 349 milioni di Euro del Q2 2015
  • L'utile netto ammonta a 431 milioni di Euro, includendo i 144 milioni di Euro derivanti dall’arbitraggio Funai, rispetto ai 274 milioni di Euro nel Q2 2015
  • Un cash flow operativo di 318 milioni di Euro, rispetto ai 186 milioni di Euro nel Q2 2015, e un free cash inflow di 127 milioni di Euro, rispetto a un outflow di 30 milioni nel Q2 2015

 

Frans van Houten, CEO Royal Philips ha così commentato:

 

“La performance di Philips nel secondo trimestre del 2016 è stata solida, con una crescita comparabile delle vendite totali pari al 3% e una forte crescita del 5% del portafoglio HealthTech. Il nostro programma di trasformazione chiamato “Accelerate” ha apportato ulteriori miglioramenti operativi nella maggior parte dei business, continuando sempre ad investire in qualità e innovazione.

 

Sono soddisfatto della quotazione di successo di Philips Lighting su Euronext ad Amsterdam alla fine di maggio. Dopo questo passo importante, Philips si concentrerà ora completamente nella ricerca di interessanti opportunità nel settore health technology, consentendo a Philips Lighting di fare lo stesso nel crescente mercato dell'illuminazione ad alta efficienza energetica. Philips attualmente conserva una partecipazione di maggioranza in Philips Lighting, con l'obiettivo di vendere completamente tutte le azioni nel corso dei prossimi anni.

 

Le nostre prospettive per il 2016 rimangono invariate, continuiamo così a prevedere miglioramenti nei risultati economici nella seconda metà dell'anno, nonostante siamo completamente consapevoli di un aumento del rischio dovuto alla volatilità di alcuni mercati.”

 

HealthTech

 

“Il nostro portafoglio HealthTech è cresciuto del 5%, guidato dai business di Personal Health e Connected Care & Health Informatics. Siamo stati in grado di apportare ulteriori miglioramenti operativi mantenendo significativi i nostri investimenti in qualità e innovazione, nell’informatica sanitaria, nelle soluzioni indossabili per il monitoraggio dei pazienti e nella digital pathology.

 

L’indice degli ordini per apparati è rimasto invariato e diminuito dell’1% rispetto all’analogo trimestre. Tuttavia, ci aspettiamo una buona crescita degli ordini nella seconda metà dell'anno."

 

Il Personal Health è cresciuto del 9% su base comparabile, con un margine di miglioramento dell’EBITA rettificato di 170 punti base. Il segmento Diagnosis & Treatment ha registrato una crescita delle vendite comparabili del 1%, e il margine dell’EBITA rettificato è migliorato di 20 punti base. Nel Connected Care & Health Informatics le vendite comparabili sono cresciute del 6%, mentre il margine dell’EBITA rettificato è migliorato di 110 punti base.

 

  • In linea con la strategia di Philips volta a stipulare partnership strategiche pluriennali, l'azienda ha firmato un accordo di 36 milioni di Dollari con la Medical University of South Carolina Health che concentra la sua ricerca sulle soluzioni integrate di monitoraggio dei pazienti. In Europa, Philips ha firmato un accordo di 19 milioni di Euro con Heart Hospital a Tampere, in Finlandia, con lo scopo di innovare in maniera congiunta il settore delle cure cardiache.
  • Per rafforzare il settore della Digital Pathology, Philips ha acquisito PathXL, azienda innovatrice nell’analisi digitale delle immagini, nei workflow software e negli strumenti didattici. Philips ha, inoltre, firmato un accordo di licenza con Visiopharm per offrire un software di algoritmi in grado di offrire un supporto nell’individuazione del cancro al seno insieme a IntelliSite di Philips per aiutare i medici in una diagnosi oggettiva.
  • Sulla base dell’esperienza di Philips nella cura del sonno e delle vie respiratorie, l'azienda ha lanciato Patient Adherence Management Service cloud-based, che supporta i nuovi pazienti che approcciano la terapia del sonno.
  • In Francia, Regno Unito, Germania e Nord America, Philips ha lanciato con successo OneBlade, il prodotto Personal Care in grado di regolare, radere e definire. Il business Oral Healthcare ha introdotto il nuovo spazzolino Philips Sonicare FlexCare Platinum Connected, con l’ultima tecnologia innovativa Smart Sensor che aiuta a ottimizzare la routine dell’igiene orale.
  • Nell'ambito dell’ Image-Guided Therapy, Philips Volcano ha confermato una forte performance con crescita a due cifre delle vendite comparabili e continui miglioramenti operativi. Questi miglioramenti sono stati trainati dalla crescita del portafoglio prodotti dei cateteri “intelligenti”, dalle sinergie con l’Image-Guided Therapy Systems e l'espansione in nuove aree geografiche.
  •  Sulla base del suo impegno sulla sostenibilità, Philips ha lanciato il suo nuovo programma della durata di cinque anni ‘Healthy people, sustainable planet’ per migliorare la vita di 2,5 miliardi di persone ogni anno, aumentare le green revenue al 70% delle vendite, generare il 15% delle sue vendite da ricavi ottenuti da economia circolare e diventare carbon-neutral nelle sue operazioni entro il 2020.

 

Lighting

 

Il 27 maggio 2016, Philips Lighting è stato quotato e ha iniziato ad operare su Euronext ad Amsterdam con il simbolo 'LIGHT'. Dopo la quotazione di Philips Lighting, Philips ha mantenuto una quota del 71,225% delle azioni e continua a rafforzare Philips Lighting.

 

Nel secondo trimestre, le vendite comparabili di Philips Lighting sono diminuite dell'1%, mentre EBITA rettificato è migliorato da 180 punti base al 9,3 % delle vendite. Tutti i dettagli sulla performance finanziaria di Philips Lighting nel secondo trimestre sono stati pubblicati il 22 luglio 2016. Il rapporto relativo può essere consultato qui: http://www.lighting.philips.com/resources/quarterlyresults/2016/q2_2016/philips-lighting-second-quarter-results-2016-report.pdf

 

Costi di separazione

I costi relativi alla separazione da Philips Lighting sono pari a 45 milioni di Euro nel secondo trimestre del 2016. Per la seconda metà del 2016, Philips si aspetta che i costi di separazione siano in un range dai 65 agli 85 milioni di Euro. Ulteriori 38 milioni di Euro di costi relativi alla quotazione di Philips Lighting sono stati bloccati a patrimonio netto nel secondo trimestre del 2016.

 

Risparmi

Il risparmio dei costi generali è pari a 19 milioni di Euro nel secondo trimestre. Il programma Design for Excellence (DfX) ha generato 86 milioni di Euro di risparmi di approvvigionamento incrementali nel trimestre. Il programma di miglioramento End2End ha prodotto 45 milioni di Euro sugli utili della produttività.

 

Varie

Al 30 giugno 2016, Philips ha completato il 91% del programma triennale di riacquisto di azioni da 1,5 miliardi di Euro.

Per ulteriori informazioni contattare:

 

Philips

Andrea Cattani

Head of Brand Communication & Digital

Tel: 039 2036570

andrea.cattani@philips.com

Royal Philips

Royal Philips (NYSE: PHG, AEX: PHIA) è un’azienda leader nel campo della salute e del benessere, il cui obiettivo è migliorare la vita delle persone e facilitare l’intero iter terapeutico dalla prevenzione al sostegno di uno stile di vita sano, dalla diagnosi precoce al trattamento fino alle cure domiciliari. Philips si avvale di una tecnologia avanzata e di una profonda conoscenza degli aspetti clinici e delle esigenze del consumatore per fornire soluzioni integrate. L’azienda, con headquarter in Olanda, è leader nell’ambito della diagnostica per immagine, dell’interventistica, del monitoraggio del paziente e dell’informatica applicata alla sanità, delle soluzioni per il benessere delle persone e della cura a domicilio.

Philips, con vendite generate dal business HealthTech pari a 16,8 miliardi di euro nel 2015, ha circa 69.000 dipendenti in oltre 100 nazioni.

Tutte le notizie relative a Philips sono disponibili su www.philips.it/newscenter