Nasce l.u.c.e., Philips Light UrbanCenter Experience, che fa vivere l’esperienza completa d’illuminazione


Philips crea l.u.c.e., il concept per costruire una vera e propria Light Experience

novembre 12, 2013

Nasce oggi il primo l.u.c.e., il Light UrbanCenter Experience ideato da Philips: un centro applicativo in cui è possibile vivere l’esperienza di illuminazione in reali ambientazioni e sperimentare la luce come elemento fondamentale per cambiare la percezione degli spazi e suscitare emozione.


l.u.c.e. è un concept creato da Philips per costruire una vera e propria Light Experience e guidare all’utilizzo della luce in tutte le sue nuove potenzialità.

 

Sonepar, tra i principali clienti Philips - specialista nella vendita di materiale elettrico, impianti elettrici, illuminotecnica, domotica e automazione industriale - ha colto, per primo, questa opportunità e ha messo i propri spazi in mano ai progettisti Philips. All’insegna dell’innovazione tecnologica, è nata così una realtà multifunzionale che mostra sistemi di soluzioni integrate in grado di rispondere all’evoluzione e alla profonda trasformazione che il mondo della luce sta vivendo in termini di connettività, sia nel mondo domestico che in quello professionale.

 

Light UrbanCenter Experience è nato per essere un modello esperienziale di successo, replicabile per i clienti che vogliono essere proattivi nella promozione del proprio business e che trovano in Philips, leader nel campo dell’illuminazione, un partner di fiducia.

 

Il concept


L’illuminazione è in grado di infondere energia ed influire sulle sensazioni delle persone, è quindi possibile dare rilevanza ad un negozio dando risalto alla facciata, creando vetrine irresistibili, illuminando i prodotti all’interno in maniera estremamente attrattiva. La luce diventa così un elemento fondamentale per supportare le attività di marketing, le promozioni sul punto vendita e la conditio sine qua non per dare vita al proprio brand. Per rispondere a queste esigenze, Philips è in grado di fornire soluzioni flessibili, che consentono di modificare gli ambienti per adattarsi ad ogni stato d'animo o attività, personalizzando gli spazi e creando un'esperienza di luce unica con il semplice tocco di un pulsante.

 

Light UrbanCenter Experience di Philips è stato realizzato proprio per mostrare ciò che la luce può fare; un ambiente completo in cui si mostra l’effetto dell’illuminazione e dove le innovazioni e i LED possono essere visualizzati in una varietà di scenari. La struttura si presenta con una visione espositiva che unisce performance e differenti esperienze di utilizzo: molteplici stanze, tra loro comunicanti ma dotate, allo stesso tempo, di una loro volumetria indipendente, che ospitano i diversi ambiti di illuminazione. In ogni stanza viene ricreato un tema di luce e di design associato a prodotti che esaltano la competenza tecnica di Philips.

 

LO SPAZIO MULTIFUNZIONALE


l.u.c.e. offre un'esperienza di esplorazione, toccando le più importanti applicazioni d’uso della luce: sono riprodotti un ufficio, una sala riunioni, una camera d’albergo, un angolo lobby, una vetrina, un negozio fashion e un supermercato in un’area di 200 mq.


Mettendo a confronto l’effetto delle soluzioni top di gamma con quelle dei prodotti base, gli effetti luminosi proposti da Philips giocano con le aperture di fascio per creare suggestioni cromatiche e sofisticati giochi di volumi, sempre funzionali alla valorizzazione degli spazi e al soddisfacimento degli obiettivi di business. I punti luce totali superano le 900 unità, circa 600 delle quali sono ad incasso, anche al fine di spostare l’attenzione dalla sorgente materiale di luce all’aspetto scenografico da essa creato.

 

Le scenografie e le ambientazioni sono comandate attraverso iPad. Circa il 95% delle oltre 900 lampadine utilizzate è a tecnologia Led. Per la scrivania dell’ufficio, la scaffalatura del supermercato e il lavabo del bagno, è stata utilizzata luce a tubi fluorescenti al fine di esacerbare il contrasto tra illuminazione tradizionale e illuminazione Led. L’unica altra eccezione è costituita dallo specchio del bagno dove è stata usata la tecnologia Oled.

 

La tecnologia Led consente un risparmio energetico del 50-60% rispetto alla tecnologia tradizionale, aspetto di forte impatto se si parla di spazi ad uso commerciale. Ma quello energetico non è l’unico ambito in cui il Led consente efficienza e ottimizzazione. Una lampadina Led ha 30-50 mila ore di autonomia rispetto alle 2 mila delle tradizionali, con effetti importanti sull’abbattimento dei costi di manutenzione.

 

INGRESSO


Sala nera e Sala bianca
Il percorso si presenta come fortemente suggestivo, pensato per creare sorpresa e affascinare i visitatori. Appena entrato, lo spettatore varca un corridoio che lo porta di fronte ad una stanza di forma cilindrica il cui interno è interamente nero. In mezzo alla stanza buia, su un podio, è issata una statua che prende vita attraverso sofisticati effetti luminosi. La fruizione di questo gioco scenografico è possibile attraverso delle feritoie di diverse altezze sulle pareti. La sala nera è inscritta in una più grande sala bianca, di forma ovale, dalla quale si dipanano 3 aperture: una verso la zona ufficio, una verso quella albergo, la terza verso la zona retail.

 

AREA UFFICIO


La zona ufficio conta 18 nicchie illuminate, come del resto tutti gli altri spazi tematici, con soluzioni di diversa qualità che marcano con decisione le differenze tra un sistema di illuminazione basica e uno di gamma alta. L’illuminazione per ambienti lavorativi deve rispettare la normativa di riferimento, la UNI EN 12464. Il legislatore ha quantificato in 500 lux la portata di luce necessaria ad ogni scrivania affinché il dipendente possa lavorare in comfort e sicurezza. Questa quantità di luce deve essere il prodotto dell’illuminazione artificiale modulata con luce naturale. Ecco perché nello spazio è stata riprodotto anche una finta finestra retro-illuminata.

 

AREA ALBERGO

La seconda uscita dalla sala ovale conduce alla riproduzione di una sala d’albergo, in cui le diverse soluzioni di lampade con Led bianchi e RGB mostrano quanto l’illuminazione riesca ad incidere sulla percezione della bellezza dello spazio architettonico. L’illuminazione funzionale di un albergo è orientata soprattutto al soddisfacimento di tre requisiti: il comfort; la possibilità di creare atmosfere suggestive; una forte differenziazione tra ambiente diurno e notturno, come aiuto per il superamento dello sfasamento da jet lag.
In una zona adiacente, area lobby, sono esposti dei quadri per consentire di apprezzare anche in questo caso la capacità di un tipo di illuminazione di alta qualità di valorizzare l’oggetto desiderato.


ZONA RETAIL


Fashion-luxury
La terza apertura conduce alla zona retail. L’obiettivo dell’illuminazione dedicata a questo spazio è quello di concorrere alla valorizzazione della merce esposta. Anche in questo caso l’allestimento mostra tutti gli effetti che si possono ottenere su scaffalature, sia orizzontali che verticali, che presentano esigenze illuminotecniche diverse. Nell’area dedicata al fashion sono state allestite due vetrine, una total white, l’altra total black, e un camerino, luogo in cui una luce in grado di abbellire diventa prerogativa cruciale per gli obiettivi di business.
Quattro vetrine sono poi dedicate alla gioielleria: due illuminate con luce calda, per valorizzare il colore dell’oro, e due con luce fredda, al fine di esaltare oro bianco, platino e argento.


Food
La zona Food si compone di un banco freschi, per la carne e il pesce, e di uno scaffale per la frutta. Due ulteriori scaffali, speculari sia per struttura che per contenuto - verdura e ortaggi - sono illuminati con due tipologie di illuminazione diverse: una di bassa qualità a fluorescenza, l’altra di alta a Led. Il contrasto renderà percepibile il diverso effetto che il sistema d’illuminazione produce sulla percezione di uno stesso prodotto e il conseguente, potenziale ruolo che questo finisce per esercitare nell’orientare all’acquisto il consumatore.

Per maggiori informazioni:

Philips:
Cascia Federica
Consumer Marketing Manager, MarCom & Digital Manager Philips Lighting
Tel: + 39 039 203 5781
E-mail: federica.cascia@philips.com

.

Royal Philips

Royal Philips (NYSE: PHG, AEX: PHIA) è un’azienda diversificata nel campo della salute e del benessere, il cui obiettivo è migliorare la vita dei consumatori con le sue continue innovazioni nel campo dell’healthcare, del consumer lifestyle e dell’illuminazione. Philips, con headquarter ad Amsterdam e con vendite pari a 24.8 miliardi di euro nel 2012, ha circa 114.000 dipendenti in oltre 100 paesi in tutto il mondo. La società è leader sul mercato nell’ambito delle soluzioni per le terapie cardiache, intensive e a domicilio, nonché per l’illuminazione a risparmio energetico e nuove applicazioni per l’illuminazione, oltre a soluzioni per la cura della persona quali la rasatura e l’igiene orale.
Per maggiori informazioni, consultare il sito: www.philips.it/newscenter 

.

Sonepar Italia

Il Gruppo Sonepar, leader mondiale della distribuzione di materiale elettrico, è presente in 36 paesi nei 5 continenti con 168 società, 2.200 punti vendita e 36.000 dipendenti. Nel 2012 il Gruppo Sonepar ha confermato la sua crescita costante con un fatturato di 16,3 miliardi di euro. In Italia, Sonepar è leader di mercato, con quasi 100 punti vendita con le insegne dei suoi marchi storici - Elettroingross, Brollo, Femi Rinaldi, Forel, Mazzi, Gruppo RER, Racca Vanacore, Cangiano, Sonepar Puglia, Migliore.
Sonepar Italia abbraccia tutti i settori del materiale elettrico, dall’Illuminotecnica, alle Installazioni Civili, dalla Domotica alle forniture per le Industrie, passando per i Cavi, il Fotovoltaico, il Datacom e la Climatizzazione.
Per maggiori informazioni, consultare il sito: www.sonepar.it

 

Sonepar Italia:
Laura Sabatelli
Lighting Key Account Manager Sonepar Italia
Tel: + 39 02 30208211
E-mail: laura.sabatelli@sonepar.it


Paolo Spotti
Lighting Consultant Sonepar Italia
Tel: + 39 335 7300877
E-mail: paolo.spotti@sonepar.it


Emanuela Ciccarelli
Marketing e Comunicazione Sonepar Italia
Tel: + 39 081 5503175
E-mail: emanuela.ciccarelli@sonepar.it

.