Philips introduce un nuovo sistema di monitoraggio avanzato dei pazienti in ospedale per prevenire l’insorgere di eventi inattesi


Il nuovo sistema è destinato a ridurre drasticamente le morti improvvise causate da monitoraggio inadeguato, una delle cause più frequenti di morte in ospedale

gennaio 10, 2011

Boeblingen, Germania – Il 40% delle morti improvvise negli ospedali si verifica nei reparti di medicina generale1. Circa un terzo di tutte le morti avviene subito dopo il trasferimento del paziente dal reparto di terapia intensiva a quello di medicina generale2. Non solo, ma secondo uno studio dell’American National Patient Safety Agency, l’11% di tutte le morti è la conseguenza di un repentino peggioramento dello stato di salute del paziente ospedalizzato che non viene riconosciuto in tempo o viene trattato in maniera non opportuna3.

 

Per queste ragioni Philips, già leader di mercato nelle soluzioni di monitoraggio pazienti nei reparti di rianimazione degli ospedali, ha annunciato l’introduzione di IntelliVue Guardian Solutions, un’ampia gamma di soluzioni di monitoraggio specifiche per l’assistenza ospedaliera di base. Il portafoglio prodotti includerà Philips new IntelliVue MP5SC Spot-Check, il primo monitor portatile di controllo immediato al mondo che include il sistema Early Warning Scoring, progettato per facilitare il personale di assistenza nella valutazione della misura dei parametri vitali. La gamma prodotti comprende anche sensori wireless, destinati ai pazienti ambulatoriali che necessitano di frequenti controlli.

 

Per quanto riguarda il monitoraggio dei parametri vitali, il 70% dei pazienti colpiti da un peggioramento delle condizioni cardiache e della funzionalità del sistema respiratorio manifesta un’acutizzazione nelle otto ore successive all’evento4. La registrazione e la documentazione dei principali parametri vitali risulta attualmente insufficiente in molti ospedali. In particolare, le rilevazioni respiratorie, che possono indicare una minaccia di arresto cardiaco, non sono spesso adeguatamente registrate5.

 

“Con queste nuove soluzioni stiamo ampliando la nostra offerta per rispondere velocemente ai bisogni emergenti dei reparti di medicina generale ospedaliera. Tali soluzioni rappresentano una svolta nella rilevazione dei parametri vitali dei pazienti e  aiuteranno a semplificare le procedure cliniche migliorando la qualità dell’assistenza," ha dichiarato Steve Rusckowski, CEO, di Philips Healthcare a livello globale. “Data la nostra esperienza nel monitoraggio dei pazienti e la crescente richiesta del mercato per quel che riguarda la rilevazione dei parametri vitali in contesti ospedalieri a bassa criticità, questa novità rappresenta un’importante area di sviluppo nel miglioramento della sanità mondiale.”


Considerato il trend di invecchiamento della popolazione mondiale, il personale medico ospedaliero si dovrà confrontare con pazienti sempre più anziani e con malattie croniche. Inoltre, visto che le unità di terapia intensiva (ICUs) stanno diventando sempre di più una risorsa limitata, i pazienti saranno presto spostati dalle ICUs ai reparti di medicina generale. Allo stesso tempo, negli ospedali sta anche aumentando il focus sulla prevenzione degli errori medici e degli eventi imprevisti : un metodo per garantire una stretta supervisione è il frequente monitoraggio dei parametri vitali corporei dei pazienti e la creazione di una notifica automatica delle anomalie.
Oggi, tuttavia, solo il 40% dei letti ospedalieri è dotato di un sistema di monitoraggio del paziente capace di operare in questo modo.

 

"In ambito di assistenza sanitaria è richiesto il frequente monitoraggio di molti pazienti fuori dai reparti di terapia intensiva e i manuali delle procedure di monitoraggio sono spesso poco esaurienti" ha commentato Andreas Hvarfner, MD, Ph of Lund University Hospital di Lund, Svezia. "Sebbene i segnali di pericolo si presentino tipicamente nelle fasi iniziali, i cambiamenti improvvisi nello stato di salute dei pazienti non sono sempre rilevati in tempo. Un monitoraggio intelligente e un tempestivo sistema di notifica può aiutarci ad intervenire fin dai primi momenti per evitare il verificarsi di eventi imprevisti, aumentando quindi considerevolmente la sicurezza dei pazienti."

 

Philips comincerà ad introdurre il nuovo sistema di monitoraggio a partire dal prossimo anno in America, Scandinavia, Regno Unito e Australia, paesi in cui è già stato istituito il così detto “Rapid Response Team”, ossia la creazione di un gruppo di specialisti che interviene rapidamente sull’aggravarsi delle condizioni dei pazienti.
Studi scientifici hanno dimostrato che ricorrendo a tale sistema si può considerevolmente ridurre il tasso di mortalità e morbilità (di circa il 33.8%).


La nuova soluzione proposta da Philips potrà supportare e sostenere l’efficienza di questi team e aiutare i pazienti ad un monitoraggio più costante e sicuro.

 

Note 
1 http://ihi.org/IHI/Programs/StrategicInitiatives/TransformingCareAtTheBeside.htm 
2 U. Janssens, J. Graf: “Der Post-Intensivpatient”, Springer, 2002
3 National Patient Safety Agency, Recognising and responding appropriately to early signs of deterioration  in  hospitalized patients. 2007
4 Schein RM, Hazday N, Pena M, et al. Clinical antecedents to in-hospital cardiopulmonary arrest. Chest. 1990; 98:1338-1392
5 M.A Cretikos, P. Bellomo, K. Hillman, J. Chen, S. Finfer, A.Flabouris: Respiratory rate: the neglected viatl sign. MJA 2008; 188: 657-659

Per maggiori informazioni

PHILIPS
Sergio Tonfi                     
Tel. 039 203 5812
sergio.tonfi@philips.com 

.

Royal Philips Electronics

Royal Philips Electronics, Olanda (NYSE: PHG, AEX: PHI), è una società diversificata nel campo della salute e del benessere, il cui obiettivo è migliorare la vita dei consumatori con le sue continue innovazioni. In qualità di società leader nel campo dell’healthcare, del consumer lifestyle e dell’illuminazione, Philips coniuga tecnologia e design in soluzioni incentrate sulla persona, grazie a una profonda conoscenza delle necessità dei consumatori e alla propria promessa di brand, “sense and simplicity”. Philips, con headquarter ad Amsterdam, ha circa 118.000 dipendenti in oltre 60 paesi in tutto il mondo. Con vendite pari a 23 miliardi di euro nel 2009, la società è leader sul mercato nell’ambito delle soluzioni per le terapie cardiache, intensive e a domicilio, nonché per l’illuminazione a risparmio energetico e nuove applicazioni per l'illuminazione, oltre a soluzioni lifestyle per il benessere  personale, con una solida posizione nel mercato dei televisori a schermo piatto, della rasatura e degli apparecchi per la cura personale, dei dispositivi per l’intrattenimento portatile e dell’igiene orale. Per maggiori informazioni, consultare il sito www.philips.it/newscenter.

.