Philips lancia un’iniziativa di sensibilizzazione per imparare a salvare una vita con la defibrillazione


Ogni 45 secondi una persona muore a causa di un arresto cardiaco improvviso: la presenza di un defibrillatore può salvare la vita con un intervento tempestivo sul posto

giugno 8, 2012

Amsterdam – Royal Philips Electronics (NYSE: PHG, AEX: PHI) ha come missione di migliorare la qualità della salute e del benessere di sempre più persone. Partendo dalla posizione di leader nella defibrillazione portatile, Philips ha deciso di promuovere una campagna di sensibilizzazione ed informazione sulla possibilità che ognuno di noi ha di salvare una vita in caso di arresto cardiaco quando si dispone della preparazione e degli strumenti adeguati.


Il cuore dell’iniziativa è il sito www.SaveLives.net che spiega in modo semplice cos'è un arresto cardiaco improvviso e fornisce i consigli necessari per l'uso adeguato dei defibrillatori automatici esterni (DAE), disponibili in un numero crescente sul territorio e nei luoghi pubblici a più alto traffico di persone(stazioni, aeroporti, stadi, piazze…).


Non basta infatti la disponibilità della tecnologia, ma occorre sensibilizzare l'opinione pubblica e educare la gente sulle misure pratiche da adottare in presenza di un arresto cardiaco improvviso, istruendo all’uso dei defibrillatori portatili pubblicamente accessibili. Una risposta rapida ad un arresto cardiaco con l’utilizzo di un defibrillatore, unito a un processo di rianimazione cardiopolmonare, consente un tasso di sopravvivenza che può superare il 75% 3. La stragrande maggioranza degli arresti cardiaci improvvisi avviene però al di fuori di un ospedale e richiede quindi che l’azione di intervento sia il più possibile immediata, sul luogo dell’arresto cardiaco: ecco perché la presenza di un defibrillatore e di personale debitamente istruito può davvero fare la differenza tra la vita e la morte (si stima che globalmente siano più di 7 milioni le persone che muoiono di arresto cardiaco improvviso ogni anno).


Un arresto cardiaco improvviso non consente al cuore di battere regolarmente e, per ogni minuto che trascorre prima della defibrillazione, le possibilità di sopravvivenza si riducono del 10%. Solo ripristinando il ritmo del cuore con una scarica elettrica rilasciata da defibrillatore, il ritmo cardiaco può essere normalizzato e si può salvare una vita.

 

SaveLives.net è il cuore di una più vasta campagna di sensibilizzazione e responsabilizzazione che promuove la coscienza preventiva e istruisce sulle modalità di assistenza tempestiva che possono aumentare le opportunità di sopravvivenza delle persone colpite da arresto cardiaco: un passo importante per salvare sempre più vite.

 


Facts and figures


• Se la defibrillazione non è immediata, la possibilità di sopravvivenza a un arresto cardiaco improvviso è pari al 5%1


Cosa dicono le statistiche:


• Oltre il 70% dei casi di arresto cardiaco improvviso si verifica fuori dalle strutture sanitarie
• Solo una persona su 20 colpita da arresto cardiaco improvviso fuori dalle strutture sanitarie sopravvive2
• Ogni anno oltre 700.000 persone muoiono in seguito a un arresto cardiaco improvviso in Europa 1
• Il 13% dei decessi sul luogo di lavoro è dovuto ad arresto cardiaco improvviso 3


Il tempo è fondamentale:


• Per ogni minuto di ritardo nella defibrillazione, le possibilità di sopravvivenza a un arresto cardiaco improvviso si riducono del 7%-10% 4
• Il decesso può sopraggiungere entro 10 minuti 5
• Il personale di pronto soccorso impiega una media di circa 9 minuti per raggiungere una persona colpita da arresto cardiaco improvviso 6


Risultati della defibrillazione:


• Fino al 75% di possibilità di sopravvivenza con la defibrillazione immediata 1 
• Un rapido accesso ai defibrillatori può aumentare la possibilità di sopravvivenza in 3 casi di arresto cardiaco improvviso su 4 1
• La defibrillazione è l'unico intervento efficace in caso di arresto cardiaco (soprattutto in caso di fibrillazione ventricolare) 7 
• Il 34% degli enti che hanno attuato un programma di defibrillazione precoce ha utilizzato i defibrillatori semiautomatici almeno una volta in un intervento 4

 

 

1, 2 Handley, Koster et al. "European Resuscitation Council Guidelines for Resuscitation 2005: Section 2. Adult basic life support and use of automated external defibrillators". Volumen 67, S. 7 - S. 23, December 2005.

 

3. Occupational Safety and Health Association (OSHA).

 

4. "Out-of-Hospital Arrest - The solution is Shocking" by David J. Callans, MD. Volume 351: 632 - 634, August 12, 2004.

 

5. Lloyd-Jones D, Adams R, et al. “Heart disease and stroke statistics--2009 update: a report from the American Heart Association Statistics Committee and Stroke Statistics Subcommittee.” Circulation. 2009;119:e21-181.

 

6. Capucci A, Aschieri D, et al. “Tripling Survival From Sudden Cardiac Arrest Via Early Defibrillation Without Traditional Education in Cardiopulmonary Resuscitation.” Circulation. 2002;106:1065-1070.

 

7. Cobb LA, Fahrenbruch CE, Walsh LTR, et al. “Influence of cardiopulmonary
resuscitation prior to defibrillation in patients with out-of-hospital
ventricular fibrillation.” Journal of the American Medical Association. 1999; 281:1182–1188.

Per maggiori informazioni:

PHILIPS
Sergio Tonfi                     
Tel. 039 203 5812
sergio.tonfi@philips.com 
.

Royal Philips Electronics

Royal Philips Electronics, Olanda (NYSE: PHG, AEX: PHI), è una società diversificata nel campo della salute e del benessere, il cui obiettivo è migliorare la vita dei consumatori con le sue continue innovazioni. In qualità di società leader nel campo dell’healthcare, del consumer lifestyle e dell’illuminazione, Philips coniuga tecnologia e design in soluzioni incentrate sulla persona, grazie a una profonda conoscenza delle necessità dei consumatori e alla propria promessa di brand, “sense and simplicity”. Philips, con headquarter ad Amsterdam, ha circa 122.000 dipendenti in oltre 100 paesi in tutto il mondo. Con vendite pari a 22.6 miliardi di euro nel 2011, la società è leader sul mercato nell’ambito delle soluzioni per le terapie cardiache, intensive e a domicilio, nonché per l’illuminazione a risparmio energetico e nuove applicazioni per l'illuminazione, oltre a soluzioni lifestyle per il benessere  personale, della rasatura e degli apparecchi per la cura personale, dei dispositivi per l’intrattenimento portatile e dell’igiene orale.
Per maggiori informazioni, consultare il sito www.philips.it/newscenter
.