Modello organizzativo ex d.lgs. 231/01 e Codice etico

Modello organizzativo ex d.lgs. 231/01

 

Il Modello di organizzazione, gestione e controllo di Philips SpA previsto dal Decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 che ha introdotto un regime di responsabilità amministrativa - fondata peraltro sulle logiche del diritto penale - a carico delle società per alcune tipologie di reati. Il Modello organizzativo, già adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione di Philips SpA del 24 marzo 2005, è stato aggiornato e integrato in seguito agli interventi legislativi succedutisi nel tempo, fino ad arrivare all'ultima versione approvata con delibera del Consiglio di Amministrazione il 25 novembre 2009.
Il Modello contiene i principi cui deve attenersi l'organizzazione aziendale al fine di prevenire la commissione dei reati previsti dal D.Lgs. 231/01 ed istituisce anche un Organismo di Vigilanza, di nomina consiliare, preposto a vigilare sul funzionamento e l'osservanza del Modello, a verificarne nel tempo l'efficienza e l'efficacia e a curarne il relativo aggiornamento.

 

Modello organizzativo 231_marzo 2013

Modello 231_reati e illeciti

Modello 231_elenco protocolli

Codice etico

 

Il Codice etico di Philips, o anche General Business Principles, traccia le linee guida cui l'organizzazione deve attenersi nella gestione dei rapporti interni ed esterni all'azienda e che si ispirano ai valori etici e sociali di correttezza, integrità, onestà e trasparenza. Il Codice etico, che rappresenta anche uno degli elementi costitutivi del Modello organizzativo, è emesso dalla casa madre, Royal Philips Electronics, ed è valido per tutte le società del gruppo Philips nel mondo.

 

General Business Principle